Te la ricordi: La storia infinita!

Sono nata nel 1979 (ANCORA!) e come tanti bambini ho sognato di volare in groppa a Falkor!

Dal romanzo di Michael Ende, nel 1984 viene prodotto in Germania il film “La storia Infinita”. L’autore non è stato molto contento di come è stato tradotto in pellicola il suo libro, ma questa è un’altra storia. Secondo me questo film ha accompagnato l’infanzia di molti di noi!  realtà e fantasia si fondono, si abbracciano e si completano. Non è la solita lotta tra bene e male, ma ci porta a capire che nessuno dovrebbe mai abbandonarsi al NULLA, alla rinuncia dei propri sogni e all’indifferenza. coltivare più i nostri sogni.

Come dimenticare la colonna sonora portante “Neverending story” che ancora oggi ogni tanto mi ritrovo a canticchiare!

Non amo troppo i romanzi, o film fantasy, ma questo a mio parere è un capolavoro, che ci riporta un po’ coi “piedi per aria”…

Bastian è un bambino che ha perso la mamma, ed è oggetto di bullismo da parte dei suoi compagni di scuola. Un giorno, per fuggire a queste angherie entra in unva libreria dove scova il libro “La Storia Infinita. Il libraio gli dice “Lascia perdere… questo libro non è per te!”. Ed ovviamente invece Bastian lo sottrae in un momento di distrazione dell’uomo. Io però non potrò mai dimenticare lo sguardo del libraio quando Bastian esce dalla libreria. La sua raccomandazione di non prenderlo era stata pronunciata proprio per spingere Bastan a portarlo via. E’ come se il ragazzo fosse predestinato a leggerlo.

IMG_20150624_144418   IMG_20150624_144517    IMG_20150624_144846

Quando scopre che ad aspettarlo in classe c’era una verifica, si nasconde nella soffitta della scuola per iniziare questa lettura. In una foresta “incantata” popolata da creature fantastiche, come i mordiroccia, si discute del grande male che rischia di distruggere il loro regno, Fantàsia. Si tratta del NULLA. Si deve arrivare alla Torre d’Avorio per salvare l’imperatrice bambina e tutto il regno.

Atreyu è il valoroso e coraggioso guerriero che sarà incaricato di portare a termine questa missione e sconfiggere il NULLA armato solo di un medaglione…

IMG_20150624_144545    IMG_20150624_144303

Non potrò mai dimenticare il suo volo il groppa a FALCOR, il fortunadrago che lo strappa dalle grinfie di Gmork, un servo del nulla.

C’è la palude che fa affogare chiunque si abbandoni alla tristezza; l’oracolo del sud, porta che può essere attraversate solo da chi invece ha fiducia in sé stesso; la porta dello specchio magico ti mette pericolosamente davanti al proprio io… Tutte prove che Atreyu deve affrontare, lasciando Bastian col fiato sospeso…

Questo film insegna ad avere fiducia nella vita e nelle proprie possibilità, a non rinunciare ai sogni, e che a volte si può varcare il filo tra realtà e fantasia…

All’inizio il papà dice a Bastian di stare sempre con i piedi per terra. Invece Gmork spiega ad Atreyu che Fantàsia è un regno senza confini e senza un’ubicazione precisa. perché è fatta dei sogni degli esseri umani, e che il Nulla è la dimostrazione che gli umani non sognano più. “Fantàsia muore perché la gente ha rinunciato a sperare e dimentica i propri sogni, così il Nulla dilaga”. Per  sconfiggere  il Nulla, si deve trovare un nuovo nome per l’imperatrice, e solo un essere umano lo può fare.

Dopo mille peripezie e credendo di essere stato sconfitto Atreyu cerca della Torre d’Avorio per comunicato all’imperatrice di aver fallito. Ma lei invece è contenta e gli dice che invece ha vinto. Bastian è un giovane umano che ha seguito tutta la loro storia e si ritrova li con loro. Ovviamente Bastian non vuole credere che stiano parlando proprio di lui, Ma la sovrana lo chiama per nome e lui si lascia trasportare dalla sua fantasia fino al regno e capisce di essere l’unico a poter salvare Fantàsia. Bastian eliminerà il nulla donando all’imperatrice il nome di sua mamma. Il NULLA ha perso!

Tutto ciò che rimane del regno è un piccolo granello di sabbia luminoso. Bastian dovrà ricostruire quel mondo attraverso i suoi desideri, qualsiasi esso sia. Chiederà di ritrovare tutte le creature del regno vive ed in salute e di fare un giro su Falkor, che l’aiuterà anche a vendicarsi dei suoi compagni di classe bulli. Vivrà mille avventure e capirà la differenza tra desideri importanti e futili prima di tornare a casa.

IMG_20150624_144728    IMG_20150624_144816

Io ovviamente a Lia tra i tanti video di canzoncine, filastrocche e giochini che ho scaricato ho infilato anche quello del volo di Falkor!

Eliana e Chiara non conoscono questo film, come tanti altri della mia “epoca” e mi dispiace tantissimo, perché credo che l’argomento trattato in questo film (non conosco il libro) sia molto attuale e reale. E’ vero, si deve stare con i piedi per terra, ma si deve anche continuare sempre a sognare e desiderare, per andare sempre avanti e non fermarsi ad arrovellarsi su quello che non abbiamo. Difficile però!

Annunci

42 pensieri su “Te la ricordi: La storia infinita!

  1. Neppure io sono per il fantasy (LOTR vade retro!), ma adoravo, e adoro, il film così mi sono decisa a leggere anche il libro. Mi è piaciuto fino a metà, letteralmente. Libro e film discostano parecchio non solo per gli episodi tagliati (parecchi) nel film, ma anche nel nome degli stessi personaggi. Per es., l’Imperatrice Bambina nel libro viene chiamata l’Infanta Imperatrice, e anche Falkor mi pare abbia un altro nome.

    Liked by 1 persona

    • ma dai… infatti dice che l’autore del libro non fu d’accordo con l’elaborazione cinematografica. mi sa che ha fatto pure una causa e mi sa, ma non sono sicura che non abbia vinto… il libro io non l’ho letto perchè il genere non lo amo e mi annoio… ma il film e la canzone neverending story li ho adorati e mi hanno accompagnato quando ero bimba!

      Mi piace

  2. Lo adoro!! Bello, bello bello!!
    Tra l’altro lo hanno rifatto non molto tempo fa..non mi ricordo su che canale! Però l’ho rivisto con gioia 🙂
    Ho anche il libro, anche se non ero molto convinta di leggerlo..molte cose discostano dal film e mi ha un pochetto deluso..
    Se non ricordo male, anche il protagonista, Bastian, è descritto grassottello..

    Liked by 1 persona

    • grassottello?!?!?!?! io il libro non l’ho letto e non credo mi piaccia, perchè non amo il genere. tra l’altro all’autore non è piaciuta la trasposizione delle sue parole in film… a noi però il film è piaciuto!!!! mannaggia, ho perso quando l’hanno fatto…!

      Liked by 1 persona

  3. come no? ancora mi ricordo (e della mia infanzia ricordo pochissimo) quando mamma una domenica mi portò a vederlo al cinema in viale delle province zona università insomma … ci dovrebbe essere ancora il cinema !! ❤ ❤ ancora mi ricordo questo volo su uno schermo che al tempo mi sembrava immenso …la colonna sonora incredibile …. grazie del bel ricordo, buonaserata e buon proseguimento di settimana ….

    Liked by 1 persona

  4. Mi segno un appunto per scaricarlo e farlo vedere a mia nipote. Anche se, ho tentato di farle vedere Conan(il cartone, non il film!) ma ha preferito le monster high o come si chiamano. Però in compenso sono riuscito a farle piacere la pantera rosa! 😁

    Mi piace

  5. Il libro non l’ho letto, mentre il film lo ricordo molto bene perchè fu uno dei primi film che ho vidi con la ragazza che ora è diventata mia moglie. Ricordo anche che lo vedemmo al cinema Gambrinus di Firenze …che oggi è diventato l’Hard Rock café. Logicamente il film l’ho rivisto più volte in tv!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...