Contenendo gli spazi

Ti gira mai la testa?

Ti manca l’ossigeno?

Perdi l’orientamento?

A me capita a volte… se incontro qualcuno, o perchè devo affrontare una cosa in cui ripongo aspettative, o perchè inciampo in una delusione…

Non mi va di sedermi, anche se potrei perdere l’equilibrio, per non sentirmi una pappamolla…

Allora mi aggrappo con lo sguardo alle pareti con le linee dritte, e agli angoli, che limitano le paure contenendo gli spazi.

Magari ci fossero anche dei quadri. Meglio se astratti, così potrei fissare una di quelle macchie, apparentemente deforme e perdermi al suo interno, magari immaginando altri mondi…

Proprio come quando giri veloce su te stesso, che per non cadere devi orientare gli occhi sempre su uno stesso punto fisso. Ma gli occhi in realtà sono fatti per guardare e viaggiare: finita la piroette devono allergare l’orizzonte.

Infatti alla fine i pensieri riescono sempre ad uscire dalle cornici che ti eri costruita e a prendere forma.

E allora alla fine mi siedo, consapevolmente però che mi dovevo sedere, senza per forza essere una pappamolla, anzi! È per la forza di buttare giù quelle pareti!

Annunci

173 pensieri su “Contenendo gli spazi

  1. Se la testa gira un pocket coffee è la soluzione!
    Sai cosa penso? A volte la testa gira perché il cuore prende a tremare come l’ago impazzito di una bussola vicino ad una calamita. Capita quando il cuore si apre o si avvicina troppo…….si mette a tremare e fa un po’ male. Allora bisogna allontanarsi a prendere una boccata d’aria, sedersi ed aspettare che passi.
    Un bacio cuoricino dolce ❤

    Mi piace

    • Uh brava! Ora vado a papparlo il pocket coffee! Vuoi?
      Il fatto di ssere bussole sai ce mi piace e rende l’idea!
      É che a volte non ti va di sederti… Pero se la stanza non ha pareti come fai?
      Forse hai ragoone aspettare pazienti a volte è la soluzione… O allontanarsi da qualcosa…
      Grazie melina!

      Mi piace

      • La parete alla fine sei tu….quello che bisogna imparare a fare, io per prima, è darsi dei confini e rispettarli oltre che farli rispettare. Se sei senza confini vieni calpestata e accantonata, ma sei tu ad averlo permesso. È difficile ma bisogna imparare a farlo. 😘

        Mi piace

  2. Cioè… ma cos’è ‘sta roba del matrimoni0?!? 😛
    Serve un fotografo? 😀
    Ma come prima dici che vorresti avere dei quadri sulle pareti e poi invece dici che le vorresti buttare giù? Per i quadri non posso aiutarti, men che mai per quelli astratti. Posso però fornirti una fotografia, gigantografia poster di me, così almeno se ti viene di nuovo la nausea almeno sai il perché! 🙂 😛 🙂

    Mi piace

  3. Ciao Ale, volevo allegare il video della canzone di Jimmy Fontana, “Il mondo” di recente riproposta dai tre fenomeni (!) quelli de “Il volo”, ma ci ho ripensato… Sai quella che fa “gira il mondo gira…”
    Ho deciso di no perché secondo me hai delle facoltà extrasensoriali. Pur essendo come tutte le donne un po’ fatina e un po’ streghetta, hai una marcia in più: percepisci la rotazione della terra intorno al proprio asse. Ciò che non mi torna è che si fermi quando ti siedi. Invece dovrebbe continuare a girare… 😀
    No, scherzi a parte. Sono d’accordo con Fulvialuna… è il bisogno di sostegno, di supporto… oppure è la pressione bassa. 😀 😀 😀

    Mi piace

  4. Ho il senso dell’orientamento della pantegana morta spiaccicata sul ciglio della strada..quindi non posso perderlo più di così!
    Però l’ossigeno si..quello manca!
    Sedermi non sempre, o meglio,preferisco in privato, da sola..sono stata abituata a “bastarmi” ed a cavarmela..

    Mi piace

  5. A me non capita mai di perdere la testa, sarà perchè non credo di averne una? Come, allo stesso tempo, non mi manca mai l’ossigeno, anche qua perchè non penso di possedere polmoni, come del resto anche per quanto riguarda l’orientamento: bisognerebbe averne avuto uno, per comprendere di averlo perso. Io sono sicuro di non averlo mai posseduto. Dunque non comprendo assolutamente ciò che vorresti dire… Non sarà perchè ho un corpo fatto di sole parole? Allora come faccio a sentire che mi stai parlando di emozioni, di quelle che ti fanno strabuzzare gli occhi e le orecchie?… Aspetta che mi metto a vorticare su mestesso, che magari riesco a mescolare le parole nel modo giusto per dirti di quanto m’è piaciuto il tuo scrivere sul mio corpo fatto di lettere sintatticamente concise…………..
    Abbraccio di stelle filanti…

    Mi piace

  6. Ciao carissima!! Finalmente un po’ di tempo per recuperare tutti i post persi.
    Anche a me capita, assieme a quella bruttissima sensazione che tutto stia girando al mio interno. In quei momenti devo addirittura sdraiarmi. Eh sì mia cara, ultimamente sono peggio di una pappamolle, ma sai che fermarsi (cosa che ho dovuto imparare ultimamente) non è poi così male?
    Bacioni
    Tiziana 😘

    Mi piace

    • ma ciao! ti stavo pensando qualche gg fa, ma non sono riuscita ad entrare da te x salutarti… speriam vada meglio!
      ma tu ti sei fermata per motivi fisiologici… in questo caso, ma anche nell’altro, si è tutt’altro che pappamolle! davvero davvero! e poi tu sei forte come una ercolina, mia amica thelma! piano piano cara si va! mi fa piacere sia venuta a salutarmi! grazieeeeE!!!!!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...