Comme dans un film français…

Mi piacerebbe, a volte, vivere come dentro le scene di un film francese…

Assaporare quella tranquillità e raffinatezza…

La leggerezza e serendipity del vivere, avvolti dal profumo di baguettes appena sfornate, con l’atmosfera piacevolmente nebbiosa e i contorni sfocati e sfumati di quegli scenari magici e accoglienti, dove il vento intenso e dispettoso, senza farsi notare alza le tovaglie e i lembi della stoffa per fare accadere qualcosa di inaspettato… Scovare qualcosa per caso senza averla cercata, o mentre stavamo tentando di trovarne un’altra…

Un mondo, così deliziosamente strambo che va al rovescio, lento ma inesorabile e avvolgente, dove sembra che tutto possa accadere, stupire, meravigliare e far rimanere a bocca aperta anche per una coccinella che vola e magari ci si posa sul naso e per guardarla dobbiamo incrociare gli occhi tanto: poi però ci gira la testa e allora strizziamo gli occhi forte e vediamo le stelline…

Vita che scorre serena, ma che incorre a volte in incidenti o equivoci piccanti che donano il necessario sale e pepe all’esistenza.

Passeggiare con animo leggero e sbarazzino tra le scene di una vita che sembra “vera come la finzione”, in un posto cosi deliziosamente romantico, ma malizioso al contempo. Un luogo incantato dove districarsi fra stradine, discese e salite, scale e anfratti, dove scovare negozietti e piccole botteghe nascoste che profumano di vaniglia e cannella.

Vivere camminando a due piedi da terra, assaporando il piacere delle cose piccolissime che ci accadono e sono attorno a noi… Avere i brividi per un semplice sfiorarsi…

Sentirsi avvolta ed indossare, al posto degli indumenti, quelle musiche così particolari, sornione, armoniose e… francesi. Ad esempio quelle di Yann Tiersenn, che non so descrivere, ma ogni volta che le ascolto mi fanno fare le capriole… Colonna sonora lieve e costante in sottofondo che alterna, come su un’altalena, momenti  ritmici e festosi ad altri riflessivi, introspettivi e malinconici… O ancora Aznavour e la Piaf, forti ma allo stesso tempo incalzanti e sensuali.

Un posto dove si superano i pregiudizi e si vive sospesi, col sorriso stampato in faccia e canticchiando quando si vuole, senza farlo a comando o con il timore di essere scoperti a gioire o a piangere senza alcun motivo apparente…

E che strano sarebbe sentire la voce narrante al di fuori della scena che descrive la mia vita, magari potergli chiedere consiglio sul da farsi… Ma poi essere coraggiosa e scrivere da sola le mie pagine.

Un mondo parallelo, ma reale come la vita…

Mi piacerebbe, a volte, vivere come dentro le scene di un film francese…

 

 

 

Annunci

243 pensieri su “Comme dans un film français…

          • Purtroppo: due storti non possono farne uno dritto. Quindi è meglio che ce ne andiamo in Provenza a fare il bagno tra i campi di lavanda, lasciando perdere il pc, per dedicarci al pciuk pciack, ovvero al chicchiericcio amichevole tra due smack……..

            Mi piace

          • E’ che mi è piaciuto assai. Ricordo sempre di una spiaggetta sperduta sulla costa caribegna, tra mangrovie e sabbia candida, con le scimmiette al tramonto e i gatti birboni…

            Mi piace

          • Finalmente riesco a rispondere: ieri è stata una giornata infame, mia dolce amica. Sembrava che fosse in atto un sabotaggio dei nostri concorrenti,Ma oggi devono essersi stancati,per cui riesco a risponderti, per dirti che è sempre piacevole immaginare di starci su quella spiaggetta: cogliendo, pescando e ballando, le vita che ci si ammannisce tanto generosa……

            Mi piace

          • Bene tu prendi ko scudo ed io il panga, non appena salta fuori lo gnu: io gli faccio lo sberleffo e tu gli appiattisci le corna con lo scudo. Se poi insiste, convinciamo la bufala a farci la bufalina(mozzarella)…e poi ci sballiamo con gocciole,bufala e flebo di latte…
            Augurissimi dolcezza mia: che possa esserti festa per 365 giorni all’anno……

            Mi piace

          • Ogni cosa ha il suo costo, dolce latticina mia… E dovessi appiattire tutte le corna dei bufali, pur di vederti nuotare nel tuo adorato bicchiere di latte, stai pur certa che lo farò… passami la clava Ales!!!

            Mi piace

          • E che ci vuole a dargliela sulle corna? Adesso chiamo lo yeti che ci pensa lui, mentre noi facciamo un petit dejeuner ser l’herbe della savana…fetta biscottata con burro e miele, dolcezza mia?…

            Mi piace

          • Sempre detto che gli yeti sono decisamente opportunisti e voltagabbana… Però, se mi permetti: quei leoni non che stanno facendo il pic nic, semplicemente si stanno leccando i baffi, convinti che noi li invitiamo a pasteggiare con le nostre bisteccacce…

            Mi piace

          • Lo temo anch’io latticina mia: hanno l’aria di apprezzare gli arrosti ripieni, ovvero gli umani post pic nic… Ma non temere: non tutto è perso. Aspetta che provo ad intavolare una trattativa. Tu ancora indossi la babbuccia di babbuccia? Se è così non tutto è perso….

            Mi piace

          • Credo proprio di si manicaretto mio: addobbata come la Jane sei ancor più invitante per il leoncino e non solo. Attenta che adesso ci arrivano pure i gorilla ed i mandrilli. Ma, se giocheremo bene, li lasceremo a scornarsi,mentre noi ci dedichiamo ai nostri business… Dici che riusciremo a spacciare quella partita di dentiere alle jene?…

            Mi piace

          • No tesoro: tu fai da esca, io mi tengo pronto a sottrarti alle grinfie della canea d’affamati mandrilli savanici, distribuendo generose legnate agli attributi sfacciatamente vantati… In poche parole: vieni via di lì che forse è meglio farsi quattro passi in piazza Navona: possiamo sempre cercare di venderci palazzo Madama, no?……

            Mi piace

          • Ah ecco! Lasci fare da esca solo a me? Bravo eh! 😁😁😁
            Hai ragione meglio piazza navona! Beh si, quanto ci danno.di percentuale.di vendita x palazzo madama!
            Anzi sai che ti dico, viato che non abbiam fatto altro che mangiare da quando ci conosciamo, ora ce.ne andiamo.a piazza.di spagna e ci facciamo.la scalinata su e giu per 40 volte! Contento?

            Liked by 1 persona

          • Solo 40 volte? Vuoi vedermi morto per l’inazione, per l’immobilismo forzato di reprobo sedentario? Alme dieci volte tanto, latticina mia, dovremmo andarci su e giù, fino a smaltire tutte le bufaline, fiorentine, vaccinarine, carbonarine, risottine… Ma sai che sarebbe cosa buona e giusta riuscire a trovare un acquirente per quella spelonca di palazzo madama?… Per il resto sai benissimo che non ti avrei lasciata da sola a fare da esca, ci avrei aggiunto pure una mia fotografia: so che gli gnu vanno matti per certa sfumatura d’occhi come quella mia: ci si fanno tante risate da finire arrosto in men che non si dica…E noi proseguiamo il nostro pic nic nella savana tra torpignattara e torsapienza… bacio di nuvole lattee….

            Mi piace

          • Ammazza oh… Dieci volte tanto… Io Gia so morta alla terza volta… Facciam cosi… Tu continui ed io Mi siedo a guardarti!
            Apppero! E che sfumatura hanno i tuoi occhi scusa?!
            Il.pic nic andiam sulla spiaggia a farlo in spiaggia invece che li?

            Liked by 1 persona

          • Dai, vieni che ti porto sulle mie poderose spalle: sarà un piacere portartici sopra per le restanti 900 volte. Su non preoccuparti che sei soltanto una piuma tenera come un latticino e dolce come una bufalina. Comunque,se ci tieni, puoi anche stare seduta ad osservarmi mentre ti stupisco: ecco, ti piace così? hop hop hop, vedi come vado veloce? In dieci salti ho già fatto tre salite e tre discese, senza nemmeno fiatare: hop hop hop… mi sento in pien forza: davvero non vuoi che ti porti in spalla? Andiamo dopo pure al mare, dove possiamo riempirci di sabbia e rivoltarci tra gli gnagni a far da materassini sulla spiagna: che gnagnera sti gabbiagni… Sbaciucchiamenti di salsedine a te così tenerigna……

            Mi piace

          • Emj…. No no, ci tengo al mio socino x farti fare le scale con me sopra! Ma sei un baldo ometto allora! Io mi siedo, se ti va siediti pure tu che chi te la fa fare tutta sta fatica, io boh!
            Daiiiii facciamo il bagno di sabbia e poi in acquaaaaa! Ci hai beccato in pieno… Io adoro il mare e non riesco a stare senza interagire con tutti i suoi elementi!
            Emh… Che sono gli gnagni mo?

            Mi piace

          • Grazie per il delicato pensiero,latticina mia: domattina immaginerò di tuffarti nel mio caffè d’orzo, rendendolo ancora più ammagante.Del resto le scalinate rimarranno solo nella mente faticose, poichè i piedi le avranno calpestate soltanto nominalmente. Prò non prima di averci fatto la sabbiatura. Poi, tutti nudi, ci ficcheremo in acqua, metaforica naturalmente, come metaforica sarà anche il nostro essere nudi. Poichè si sa che, col freddo che fa è meglio prendere il sole vestiti di tutto punto… Per quanto riguarda il mare, se ci si ha difficoltà a socializzare con esso, si può sempre ricorrere al vecchio dividi et impero: le acque di qua e noi di là a giocare a mosca cieca… A proposito: sai che mi piaci bendata? Mi ricordi una certa dea……….

            Mi piace

          • eh ma la dea bendate andò ce vede e andò ce ceca! 😀 io vorrei essere piu equa! no no no… se stiamo al mare io voglio tuffarmici…. magari vestita e poi quando esco mi prende un colpo, ma intanto me lo son guduto! tanto la ranocchietta e il cagnolino li so fare! in estate starei perennemente a mollo” emh… ma non entro nella tazzina del caffè…. e poi faccio cadere tutto per terra ed è un macello!

            Liked by 1 persona

          • La chiamano bendata perchè “dove cojo cojo”, bellezza mia. Essere bendati non vuol dire non vederci. Casomai vuol dire menare botte da orbi e chi ci capita capita. Però ti ci vedrei volentieri a fare la cucciolotta in acqua e la latticina che fa la ranocchia nel caffè, nuotando tutta spumeggiante di panna… che spettacolo!… Cameriere! Un doppio caffè con centuplica latticina! Che poi ce ne andiamo al macello a fasre gli animalisti con i macellai………

            Liked by 1 persona

          • Effettivamente il rischio c’è: dopo trippa e fagioli, possono pensare che noi siamo il dessert. Però un modo c’è per sfangarla: semplicemente non ci andiamo e ci consumiamo a vicenda… Io ti preferisco con un po’di grandmarnier…….

            Liked by 1 persona

          • Sono un bravissimo nuotatore in provetta, ovvero nuoto bene sulla distanza di una provetta. Mi sto allenando per nuotare in un bicchiere d’acqua senza affogarci. Ma tu seguita a fidarti: in me è l’anima del dio del mare…

            Mi piace

          • La mandiamo dallo psicologo, oppure dallo psicanalista: loro sanno come farne papera all’arancia: lei risolverà i suoi problemi e noi avremo una medaglia in più nel nostro palmares di bravi impresari…

            Liked by 1 persona

  1. Tu non ci crederai, ma pochi anni fa andai a Parigi per una settimana, e nella via dietro al mio albergo hanno girato la scena di un film ambientata in una fioreria.
    Giuro che non ho mai saputo il titolo del film, perché non parlo francese e non sarei riuscito a fare domande, ma mi sarebbe piaciuto essere una comparsa.

    Mi piace

    • eccoti andreeeeeee!!!!!!
      mannaggi si era perso nei meandri brutti!
      ma dai! non sono mai stata a parigi…
      che spettacolo una fioreria! mannaggia sarebbe stato bello se davvero avessi fatto la comparsa… avresti potuto dire che per un pochino di tempo avevi vissuto in quell’aria un po stramba dei film francesi! bacini!

      Liked by 1 persona

  2. Con me tesora mia sfondi una porta aperta!!!! 😊😊 Adoro i films francesi .. Ma io forse non faccio testo Adoro la Francia e La mia amata Parigi da cui manco da troppi anni 😢😧
    Hai colto perfettamente l’atmosfera e il gusto con cui ti avvolgono, ti divertono, ti fanno sognare e a volte, ti maravigliano lasciandoti anche perplessa …
    Il tuo post e’ un omaggio originale alla commedia francese direi e mi hai fatto immensamente felice!!!!! 👏 👏 👏 😊

    Mi piace

    • ohhhhh! ma beaaaa!!!! ma grazie! e leggo sempre dal fondo!
      bene pero, così abbiamo scoperto una tua grande passione! poi mi spiegherai, se ti va!
      oh! e poi non vediamo l’ora di vedere le creazioni e il tutoria… sia mai imparo qlc! 😀

      Liked by 1 persona

  3. Sono stato diverse volte a Parigi: le colazioni su Avenue des Champs-Élysées, le cene sulla Tour de Montparnasse con tutta la città ai piedi, o ancora alla Tour d’Argent. Ma la vita non è un film o una vacanza, ed entrambi finiscono sempre, che sia dopo due ore o dopo pochi giorni.
    Se così non fosse non ne saremmo affascinati

    Mi piace

  4. Ciao Alessia cara, sono io in ritardo con i tuoi ultimi post …. e che post!!!
    Profumo di baguette, atmosfera francese, una vita che “sembra vera come una finzione”…ma che meraviglia…mi sono assaporata un po’ di questo desiderio di serendipity!
    Vivere come se fossimo in un film francese…sarebbe meraviglioso poterlo fare. Leggendoti, ogni volta, mi sembra di conoscerti sempre un po’ di più e ne vine fuori una persona bella bella, ti abbraccio forte!

    Mi piace

    • Margheeee! Ma ciao! É ma come dicevo a dora il blog e leggere glialtri se ci va, dovrebbe essere un divertimento e un rilassamento, quindi uno lo fa quando puo e ne ha voglia! Pure io tardo sempre!
      Grazie! Che bello averti come amica virtuale!
      Ogni tanto mi piacerebbe tuffarmi un po in quell’atmosfera da commedia francese davvero… Non so se riesco a spiegare che intendo…! Baci!

      Liked by 1 persona

  5. forse anche per questioni professionali non ho un grande pensiero riguardo il mondo francese però una cosa non posso negarla, provo profonda ammirazione per l’arte di quel popolo, per la loro capacità di seduzione…

    Mi piace

    • Ciao caro!Quindi x lavoro ti rapporti con loro…
      Si sono seduttivi…
      Pero a dirti la verita non sono mai andata e non é il primo posto che sceglierei di visitare…
      Pero.mi.piace l’atmosfera che si crea in quelle poche comnedie francesi che ho visto…! Sembra tutto cosi leggero…!

      Liked by 1 persona

          • mah, diciamo che il cliente francese è giustamente esigente, meno giustamente puntiglioso su dettagli di poco conto rispetto a disattenzioni su cose importanti. Il lavoro in realtà è un enorme contraddizione che spesso mi crea “problemi” morali, ma non sarà per sempre.. 🙂

            Mi piace

          • eh, è complicato… spesso siamo anche noi che facciamo penare loro… e io centro nel momento in cui devo prendermi le responsabilità del mio lavoro, ma è giusto che sia così… sullo stress ti dirò, in massima onestà, che fortunatamente non lo accuso più di tanto.. o meglio, non per molti minuti… :))

            Mi piace

          • Essendo un lavoro particolare e anche di responsabilita ci credo che é un discorso ampio e complicato… Ecco bravo dicevo che nondevi farti tu problemi di moralita…
            Beh tutti dobbiam prenderci le responsabilità di quel che facciamo… Ancor di puu se é.un lavoro da cui dipendono cose e persone…

            Liked by 1 persona

          • eh ma appunto non è facile farsi problemi di moralità… è veramente molto complicato, perchè diciamo che la pratica è “convincerci che ciò che vediamo non sia vero” e a me questo crea problemi di moralità… 🙂

            Mi piace

          • ahahah, in qualche modo ci sono delle similitudini, se non altro nelle struture, considera che lavoro nel settore nucleare per un azienda americana che è comandata da una giapponese… non so se viene in mente subito qualcosa che non torna molto… 😛 Quando descrivo la mia azienda a qualcuno all’inizio mi sembra di raccontare una barzelletta..

            Mi piace

          • Ah ecco…. Un po contraddittoria la cosa…. E ci son di mezzo pure i francesi…. Ussignur! Vedi vedi i soldi che fanno fare….!
            Oh non é che ora mi dici tutte ste cose e poi mi rapisci x farmi mantenere il segreto eh! 😁

            Liked by 1 persona

          • no no al massimo rapiscono me… :(((( ho già detto troppo… condivido la considerazione per i soldi, odio estremo… (ottima anche l’osservazione sui francesi in mezzo a ciò che già è complicato di suo)… ma come ho detto non sarà “per sempre”… devo solo saper aspettare nel miglior modo possibile… :)))

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...