Infiniti mondi a cui apparteniamo…

Infiniti mondi a cui apparteniamo…

Io al mio, tu al tuo, ognuno al suo….

Attraversare, giocando, la sottile linea di confine che separa e unisce due mondi legati tra loro. L’uno senza l’altro non avrebbe modo di essere…

Membrane sottilissime fatte di tessuto liquido elastico. Le persone un po’ di qua e un po’ di la…

Ogni tanto qualcuno si protende verso quella membrana, lasciandosi avvolgere e facendo vedere le proprie forme dall’altra parte…

Se si vuole, profondamente e con tutto se stesso, al momento giusto ci si può scambiare e mescolare: camminare in equilibrio su questo filo invisibile e decidere da quale parte lasciarsi cadere…

Ci mischiamo la pelle, le anime, i pensieri, i respiri…

Trovare il varco spazio-temporale, sbirciarci dentro, allungare una mano, poi l’altra, poi un piede e avere il coraggio di oltrepassarlo… Catapultarsi in mille e mille altri universi paralleli dove ci sono tutte le mie me e le altre me stesse…

Silenzio avvolgente, urla silenziose, corse da ferma, fermate affannose, ghiaccio bollente, attimi sospesi persi per sempre e trovati dal mai…

Respiri… Sospiri… Attese… Battiti… Riflessi… Andate… Ritorni… Assenza… Presenza…

Spazi pieni, spazi vuoti…

La vita e la morte, il mare e l’orizzonte…

Passato da dimenticare o da conservare…

Futuro da acciuffare…

Coraggiosa paura di stare, o voglia strabordante di andare…

La realtà e la fantasia che si sovrappongono e si intrecciano…

Scavare la terra con le mani per fare trincea, o abbassare il ponte levatoio sul nostro confine, che solo in apparenza divide…

Il buio che rischiara la mente e la luce che abbaglia i pensieri, si uniscono in una danza sensuale…

Nel cuore d’ogni minimo istante, il tempo si piega sotto i nostri occhi increduli.

Quando siamo ben disposti, scoviamo cose che non credevamo di sapere vedere: in quel preciso istante riusciamo a trovare, torturare ed oltrepassare la sottile linea di confine che unisce i nostri mondi.

Infiniti mondi a cui apparteniamo…

 

 

Annunci

251 pensieri su “Infiniti mondi a cui apparteniamo…

  1. Io ti ho fatta entrare nella mia membrana, ma poi è arrivata Beatrix con la torta a forma di cuore e non ho capito più nulla. Però la mia membrana è sempre lì che ti aspetta…. Ciao amore miooooo…. ❤️❤️❤️

    Mi piace

  2. Wow!!!!!!…C’è solo da nuotarci in questo tuo universo stupendo: tra una dimensione e l’altra si sfibra l’esistenza, ma si arricchiscono la conoscenza e la sensibilità verso un mondo diverso e di sicuro migliore…
    Un bacio d’immenso oceano fantastico…

    Mi piace

      • Credo che lo zoo ci verrebbe a costare un capitale in biglietti. Vista anche l’impossibilità di costruirci un’arca. Sai, con le tasse… Però assieme si potrebbe fare: ci mettiamo in comune le membrane, ci diamo due punti, che tanto tu sei una sartina provetta, oltre che una babbuccia provetta. E poi ce ne andiamo in giro a scoprire le dimensioni dell’anima. Quelle in cui è piacevole incontrarsi, compenetrarsi e fondersi come nuvole in cielo… Se poi ci si litiga si può sempre lampeggiare e scambiarsi qualche fulmine…che te ne pare?….

        Mi piace

          • Dico: chiudere gli occhi non vuol dire per forza perdere l’equilibrio. Magari al più di fare un bel sogno. Un sogno in grado di portarci oltre ogni destino, lì dove la fantasia prende corpo… Perchè una bella testolina? Perchè di sicuro ce l’hai una bella testolina, altrimenti come faresti a stare dietro, ad uno scombiccherato andazzo, come quello che il nostro discutere richiede?… Una magica serata a te,con un bacio di petali vellutati…….

            Mi piace

          • Chiudere gli occhi vuol dire tante cose… Sognare. Lasciarsi andare. Seguire un ricordo sulla scia di un profumo o di una musica. Assaporare un pezzino di cioccolata. Dare un bel bacio. Farsi girare la testa. Respirare. Perdere l’equilibrio….
            Allora grazie x la bella testolina! Buona serata!

            Liked by 1 persona

          • Sarebbe bello anche indossarli per andarci al gran ballo dei sognatori, quello in cui ognuno indossa il proprio sogno più bello, condivivendolo in un valzer… Tu non preoccuparti: nemmeno io so ballare, dunque ti permetterò di stare piede su piede……..

            Mi piace

          • … ti rigiri che mi sembri una trottola di quelle lisergiche, pazzerellona mia: adesso ti faccio capriolare sulle mie spalle, ma tu non appiccicarmi la gomma da masticare sui capelli….

            Mi piace

          • Si, ballo pure la taranta e il ballo di s.Vito.Il rock acrobatico poi preferisco farlo in assenza di gravità, quando mi imbarco a letto nei sogni universali, ritrovandomi nei pressi di Marte a farmi un negroni… Però la salsa mi piace sul serio: ci ho consumato parecchie suole…….

            Mi piace

          • E la rumba?Che mi dici della rumba in punta di tromba delle scale in bamba?…
            Bello Pluto… Solo che non capisco perchè Pippo,cane,parli,mentre Pluto, cane anche lui,non parli…. Dici che c’è classismo anche nei fumetti?…

            Mi piace

          • Bravissima:un modo elegante per scaricarci la coscienza e fare i pazzerelloni pazziando per strisce con strascichi di nuvolette e smaackkkette onomatopeicamente assai azzippanti………puf puf…sgrunt!!!

            Mi piace

          • Adesso che ne hai la possibilità, vieni zampettando sulla mia mano, passerotta cip cip cip… Ahi che onomatopeica sghimbescia come un merlo rauco che zirla con don Zidima!…

            Mi piace

          • I merli sono famosi per le sberle, non dirmi che ne hai beccata una dalla merla e sei caduta con tutta la gerla: in questo caso non saresti stata maldestra, bensì vittima di una merla dalla facile sberla. Ma tu non farci caso e vieni sul mio braccio che assistiamo agli sciacqui di merli, passeri e tangheri……..

            Mi piace

          • Non è una cattiva idea: tu super woman parmigiana ed io super man alla fiorentina. Entrambi uniti nella lotta ai cattivoni che minacciano la terra dagli oceani di latte fresco e buono sempre da bere anche senza riscaldarlo, con o senza gocciole, a gusto… Sì: eccitantissima come idea. Il nostro primo episodio potrebbe svolgersi tra le mura di una stalla, dove il super cattivo tenta di deviare il fiume di latte che alimenta il principale oceano del pianeta.E qua sono botte da orbi a colpi di super peperoni e carote scintillanti di energia pura al carotene. Per non dire dei zucchini galattici suicida o dei porri positronici sganciati da testate mmultiple termonuycleari… Altro che Star wars!!!!! o l’ARMAGEDDON!!!!

            Mi piace

          • 😁😁😁😁😁😁😁 mi sto immaginando me come melanzana e te come fiorentina! E mamma mia strani pure come super eroi siamo! Ma wonder woman e batman non era piu normale?
            E poi mado… Mi hai colpito al cuore dicendomi che il mio latte bianco freddo è in pericolo…. Dobbiam subito far riscrivere la storia! 😁

            Mi piace

          • E che, non hai mai visto una melanzana ed una fiorentina intenti in amplesso saffico? A me è capitato in vacanza, in un ristorante greco: il cuoco mi garantiva che nella mussaka di melanzane ci stava pure un cuore più tenero di una fiorentina ai ferri. E’solo che ho dovuto indottrinarlo e poi erudirlo che le fiorentine si fanno ai ferri e non al forno. E poi come possiamo noi ambire a cosa normale se tu mi racconti un’esperienza tanto super come quella di una sensualissima parmigianina hard, di quelle che manco su youporn?… A parte gli scherzi: m’è piaciuto da maledetti questo tuo scrivere di ricette ed amore: sensuale ed elegante come solo super woman d.o.c.& g…Se vuoi fare riscrivere la storia dobbiamo darci da fare: mazzoliamo il marrano che vuol deviare il corso del latte fresco. Dunque salta su sulla mia batmobile…

            Mi piace

          • 😁😁😁😁
            Mo la storia d’amore fra la melanzana ed il cuore di fiorentina me la sto immaginando! Sai che esce fuori!
            E la peppa! Mo cosi hard é cucinare una parmigiana?! E che esagerato oh!
            Si si…. X me cucina e sensualità vanno insieme!
            Ohhh e finalmente mi hai disegnato come wonder woman! E. Tu chi sei?

            Liked by 1 persona

          • S.E.M. :super ernia man, figliola e per servirti… Ti piace come nome di super eroe? Fu l’esclamazione del chirurgo alle prese con la mia ernia crurale sinistra, quando, presane visione, mi fece i complimenti, definendola mandarinetto. Il mio petto si gonfiò di brutto. Ed a brutto muso gli dissi: guai a lei se ci mette mano. Io da oggi in poi mi chiamerò SEM. E tutti dovranno tremare al solo sentirlo echeggiare nell’aria… Poi l’anestesia cominciò a fare effetto ed il resto è storia…
            A parte gli scherzi: mi piace che anche per te cucinare sia sensuale. E che la cucina sia un luogo per esercizi ginnici di alta sensualità e spregiudicata sessualità. E’per questo che immagino cucine con ampie specchiere alle pareti, proprio come un pied a terre e l’altro en la mere. Così, anfibiamente, t’immagino melanzanina mia: ben stagionata nell’aceto che mi ti appressi, timida ma provocante, al mio rossore di fiorentina eccitata al sangue nel calore della brace inebriante………

            Mi piace

          • e vabbè, ma che schifo…. non potevi essere superman o batman… mo erniamen… tanto ci dobbiamo disegnare, facciamoci attraenti almento!
            si si… la cucina puo essere sensuale… immaginati a cucinare con la farina e poi tutti sporchini a giocare… oppure con la panna e il cioccolato…. il resto immaginalio te!
            ma se mi metto nell’aceto mi mantengo, si, ma poi puzzo! 😀

            Liked by 1 persona

          • Più attraente di un’ameba brancolante in una forma di formaggio scadutato? … Allora potremmo disegnarci come i super eroi di Parmigiania: esseri non del tutto umani che fanno il paio con i titani della mitologia. In pratica esseri che passano i loro giorni tra ozi e gozzoviglie, non disdegnando di coniugare cucina con sesso, ricavandone grande soddisfazione e deciso divertimento. Li chiamano super eroi non si sa bene il perchè, forse perchè da loro non ci sono eroi e si servono tutti di super piatti, oltre che di super scodelle per abbrutirsi di latte e caffè d’orzo. Dovessimo disegnarli, credo che ci sarebbero svenimenti generalizzati e crisi isteriche, per quanto sono e siamo belli… Almeno, lei, lo è di certo…….A proposito, ho provato ad immaginare il tutto e mi si sono arrossati gli occhi per la troppa farina. In compenso non riesco più a trovare la panna ed il cioccolato, da qualche parte deve essere finita: tu ne sai qualcosa?…

            Mi piace

          • ahaahah! ammazza che bel mondo hai immaginato…. pero sai che c’è proprio tutto il giorno senza far nulla sai che noia… allora creiamoci grandi campi in cui coltivare le cose che poi cucineremo e mangeremo e appagheremo! abbruttirsi con latte e caffè??? a me pare prorpio un abbellimento quello in realta!
            emh… ecco.,……. ho pappato tutta la panna e il cioccolato… c’era pure lo yeti… sai com’è!

            Liked by 1 persona

          • E’il mondo in cui nuotiamo latticina mia: tra pecore e mucche, tra campanacci, muggiti e belati, sai che noia! Peggio dell’eterno intervallo alla tivvù!… Ma adesso lasciami riflettere sulla pena da infliggerti per esserti sciroppata tutta la panna e il cioccolato, con l’aggravante di averlo fatto con la sagoma dello yeti… Ricordami alla fine che debbo punirti…

            Mi piace

          • Lungi da me che tu riesca a toccare simili vertici di masochismo… Però sappi che la punizione consta d’essere costretta a bere dieci bicchieri di latte fresco appena munto… Adesso me lo ricorderai? O aspetterai che ci ritroviamo in cima all’Himalaya per dirmi che ti spetta una punizione, con il rischio di essere esposta ai venti gelidi sul tetto del mondo?… A proposito: che via facciamo per andarci, partendo da piazza di Spagna?…

            Mi piace

          • A seeeee? E allora puniscimi sempre…. Mi piaze questa punizione e allora farò sempre la disubidiente cosi ti arrabbi e mi dai il latte…! Evviva! Facciamo. La scalata…. Da piazza di spagna boh… Iniziamo a camminare, da qlc parte arriveremo… Ma tu non sei stanco?

            Liked by 1 persona

          • Il mio motto è: dare latte alla latticina golosa di latte. Quindi ritieniti allattata vita natural durante. Credo che ti manderò una mandria di mucche da latte da tenere nel sottoscala, per non farti mancare mai il prezioso nettare. Potremmo portarle anche con noi per la scalata al tetto del mondo. A loro potrebbero provvedere lo yeti con i talebani afghani… Tu tieniti pronta con le scarpette da trekking che partiamo da piazza di Spagna anche con gli sherpa nepalesi al seguito: da qualche parte arriveremo. Però prima passiamo dai Castelli per fare scorta di salumi e caciotte… Io sono sempre stanco, ma quando si tratta di stare al banco, faccio sempre in modo di essere in bianco…latte naturalmente……
            bacio di mascherpone….

            Mi piace

          • oddeo! sono ai tuoi piedi ora che mi hai promesso tutto sto latte! 😀
            vabbbbbbene! io ho gia messo stivali e preso i picchetti! chissa dove andremo a finire! ma che ci importa,…. basta che andiamo, arriveremo dove ci portano i piedini!

            Liked by 1 persona

          • Mi raccomando le scarpette ai piedini: che siano comode e resistenti. Per parte mia provvederò ai flaconi per le flebo di latte da farti sorbire durante il cammino…
            Tu quanti chilometri pensi di riuscire a percorrere con un litro di latte? Me lo hanno chiesto alle fattorie del trentino in cui penso di fare l’approvvigionamento tramite lattedotto che possa seguirci dalle fattorie, fino a piazza di Spagna e, da li in avanti, fino all’Himalaya…….

            Mi piace

          • Mamma mia…. Tu anche in questi nostri bislacchi mondi hai la capacita di far sentire importante qualcuno oh…. Mo pure l’approviggionamento in trentino…. Sarai premuroso…. Guarda ancje scalza vengo sull’himalaya!

            Liked by 1 persona

          • Dovresti ringraziare i trenta trentini scesi a Trento trotterellando: essi si sono offerti di soddisfare la tua sete irrefrenabile di latte. Si sono detti: perchè lasciar doffrire la sete ad una simile meraviglia della natura? Allora faremo pure un lattedotto in senso contrario al south stream programmato dai russi, pur di non farle mancare l’elemento prezioso…
            Anche scalza ti porterei fin sull’himalaya in spalla…. Non l’Himalaya sulle mie spalle, bensì tu sulle mie capaci spalle…

            Mi piace

          • Hai capito sti trentini che carini… Tuttine trentatrë! Beh meravigliosa creatura mo… Mi sa che hanno sbagliato persona! 😁😁😁
            Ah… Un latteodotto….! 😨😍
            Beh dai avrô le ciccette ma peso meno della montagna, su!

            Liked by 1 persona

          • Non c’è dubbio che tu pesi meno della montagna e che i trentini trenta di Trento siano delle brave persone: dove lo trovi tanto latte da diventare la latticina per eccellenza, in barba alle ciccette e pure alle pizzette?

            Mi piace

          • Sapevo che tu,romana de Roma, ci saresti andata a nozze con tutti i trentatrè trentini: ma siete tutti poligami dalle tue parti? In ogni caso ,far sollevamenti pesi con la tua leggiadra figura, è più che un piacere: è libidine per l’intelletto ed il cuore…..
            ps: ho già perso almeno trenta chili, tra un po’ mi vedrai solo al microscopio…….

            Mi piace

          • Ahahah e te credo sil fra un po diventi trasparente a lavorare e far scalini e scarpinate senza mangiare… Mo diventi trasparente! Faccim che lavoran9 i trentini e noi ci riposiam sotto una palma! Ci stai?

            Liked by 1 persona

          • Trovo alquanto stuzzicante la tua proposta: potremmo sentirci come due esploratori con al seguito i portatori. Noi, naturalmente, potremmo anche farci portare in una di quelle eleganti lettighe su e giù per il lungo Tevere, oppure sul Gra, non prima di avere dotato i nostri portatori di catarifrangenti e segnalatori di direzione… Brillante e ingegnosa idea, socia mia…..Dalla mia raggiunta trasparenza, un abbraccio con l’augurio per delle festività serene e d’affetto calorosamente africano……..

            Mi piace

          • Beh ammazza…. Io piu che tevere e gra, sognerei piu un bel lettino sotto una palma su di una bella spiaggia bianca di un’isoletta dei caraibi col mare trasparentissimamente trasparente ed un cocktail in mano….. Poi fa tu!
            Buona pasqua tesó!

            Liked by 1 persona

          • Mica paglia, latticina mia: sai che da quelle parti non si vive poi tanto male? Credo di vederti già con bel bicchiere di agua de coco con ron e lo sguardo perso sul verde azzurro del mare: sai che nel primo mattino, quando il sole s’arrampica all’orizzonte quasi non si vede la sabbia da come è bianco accecante?….
            Una folle pasquetta a te. E, se fai la grigliata, mi raccomando di non bruciare la coda delle renne, babbuccia cara: puzza……..

            Mi piace

          • Ottima idea, mia fresca caciottella: ritieniti precettata per il prossimo bagno nel plenilunio caribegno, Quando la luna è provocante e le palme si fanno sensuali nelle movenze, adombrando passioni calienti… Ahi que vida querida! Ya te veo bailar con migo por la playa adelante al tiburon…

            Mi piace

          • … Banderas?… Ma io non ci parlo con le gallinacce, al massimo chiacchiero con un ovetto sodo sull’insalata, prima di scioglierlo in bocca con tutto il mio gustoso e gaudente affetto… E poi il mio spagnolo è assai maccheronico, tanto che lo condisco con sugo alla bolognese… E poi non è vero che la caciotta puzza: ce ne sono di quelle fresche che ti fanno inebriare del profumo di latte, ficcandotelo nelle nari, con una delicatezza che nemmeno un aerosol… E poi sei o non sei una lattodipendente?….

            Mi piace

  3. Quanta bellezza… La confusione del “di qua” con il “di lì”… Questa membrana… Leggera e sottile superabile ma che divide… Sei sempre cosi… Cosi…. Chettelodicoaffare gioia bella!… Sei meraviglia 🙂

    Mi piace

    • Sottoscrivo.
      Le tue parole, i tuoi pensieri hanno trovato una forma “liquida” che rispetta e di fonde – attraversa, infine, la membrana di cui parli (è un’immagine che mi piace molto). “Il tempo si piega sotto i nostri occhi increduli”. Ecco. In quella cosa che sta a metà strada fra prosa e poesia, liberamente, l’immagine creata si trasforma, a tuo e nostro piacimento. Versi, frasi sciolte, libere proprio perché lasciano liberi, di muovere, interpretare, immedesimare e piegare. Così accogli, ospiti, contamini tutti, con i loro mondi. Così tutti da te, con te, muovono verso un nuovo stato.

      Liked by 1 persona

    • Pure a me piace tanto sta cosa della membrana! Vista la foto?
      Non Mi viene nessun nome al posto di membrana….
      Il resto manco io l’ho capito! 😁😁😁. Na cosa come che gli estremi fanno parte della stessa medaglia e sono separati da un confile sottilissimo che vuoi superare o no.
      Senti ma sta cosa del tempo che si piega, degli universi, della fisica quantistica…. Io non la capisco ma mi affascina tanto… Pure se mi mette un po di ansia!

      Mi piace

  4. Che bello scritto profondo, cara.
    E il tuo titolo è così vero.
    Torno con più calma e meno sonno.
    Brava, sì.
    E sei anche molto simpatica.
    🙂
    gb

    Mi piace

  5. Siamo satelliti terrestri costretti in orbite precise che per pochi istanti coincidono una con l’altra: non ci e’ data altra fortuna che sentire e vivere i momenti magici di contiguita’. Dopo ci perderemo di nuovo nello spazio, scoppieremo come bolle.
    ml

    Liked by 2 people

  6. Le persone non ci appartengono, se devono andare via, lo fanno aldilà di tutto l’amore che ci si può donare, che se sentono il bisogno del contatto fisico di qualcun altro lo avranno a prescindere dalla qualità di quello che avevate da offrire voi. Questo è un pensiero di una persona amica, ma lo sento mio.
    A me ha fatto riflettere, quello che hai scritto te.
    Mi è piaciuto molto, sai.
    Grazie per l’intensità e per la
    qualità di quello che scrivi e
    leggo.

    Nyno.

    Liked by 1 persona

    • Ciao caro, grazie a te di aver condiviso il tuo pensiero!
      Anche io la penso cosi… Amare non vuol dire possedere e legare… Se qualcuno Non ci ama piu si deve lasciare andare… Anche per voler bene a noi stessi… Io non sono x il se non stai bene con me allora con nessuno.
      Questo post ingarbugliato, che nella mia testa è chiarissimo 😁, si riferisce ad amore, amicizia e a tutti i sentimenti esistenti! Le foto le ho messe x essere piu chiara!
      Grazie e buona domenica!

      Mi piace

  7. esiste infatti una sorta di “distanza di sicurezza” entro la quale abbiamo piacere che “passino” soltanto persone scelte da noi per cui possiamo provare diverse scale di affinità che può variare da un abbraccio di cuore o da una bella attrazione sessuale.
    Tu hai descritto perfettamente un incontro tra due persone che decidono di sfiorarsi, fisicamente ma anche mentalmente. Bello. Ciao!😊😊😊

    Mi piace

  8. Sai che il tuo scritto è bello davvero?
    L’ho riletto questa sera (sono stata non bene prima) e…
    Che bella testolina hai, intensa e lieve!

    Per qualche momento ci tocchiamo ed è magia, la grande magia che ci è concessa.
    Solo per qualche momento…
    Tu hai fatto sentire tutto questo con le tue parole.
    “in quel preciso istante riusciamo a trovare, torturare ed oltrepassare la sottile linea di confine che unisce i nostri mondi.” ❤

    Un abbraccio, cara Ale
    gb

    Mi piace

  9. E dopo una spanciata di risate per aver letto i tuoi commenti, tra coriandoli e sorrisi………………….ma Ale ancora non ci credi che ha il sole dentro? Bello il tuo post, baci.

    Mi piace

    • tesorona! ma ti posso dire un grazie enorme???? io ho un sacco di amici e compagni e di certo non li vengo a cercare su wp, ma con te proprio son contentona di esserci incontrare e di esser diventate amiche telematiche! davvero davvero! e tu hai un sorriso splendastico! anima bella tuuuuu!!!!!! a presto! (speriamo :-D)

      Liked by 1 persona

  10. “Ci mischiamo la pelle, le anime, i pensieri, i respiri…”
    Bello questo, sì.
    E’ un respirarsi nella proprio individualità e totalità reciprocamente.

    Buona nuova settimana, Alessi cara.
    🙂
    gb

    Mi piace

  11. Pingback: SABATOBLOGGER 46. I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...