Camminiamo insieme!

Ero figlia sono mamma…  
Sarai ancora figlia sarai mamma….
Finalmente ho messo via alcuni tuoi vestitini della scorsa estate.  Li avevo tenuti nel cassetto credendo che quest’anno ti sarebbero andati bene…  Invece semplicemente era un volere fermare un po’ il tempo. Adesso é il momento di toglierli davvero che devono fare spazio alle nuove robe…  
Ti ricordi quando ti davo le prime pappette e ti imboccavo… Avevi bisogno di me.  Un giorno lontano sarò io ad aver bisogno del tuo aiuto e spero che non mi negherai una carezza… Sto cercando di tenere gelosamente con me tutte le tue prime volte, le tue risate, i tuoi stupori e meraviglie, i tuoi colori… Da quando hai iniziato la materna ti guardo e ti vedo già altro da me. Sei disinvolta, susciti simpatia e risate, parli e giochi con gli altri bambini e i tuoi amichetti del cuore! La tua vita prende forma sotto ai miei occhi pagnottella bella! Camminiamo insieme mano nella mano… Camminiamo insieme ed io saró due passi dietro a te… Camminerai con le tue gambe e a tua richiesta arriveró… Buona vita gnoccherella mia!

FATHER AND SON

Non riesco a girarmi e non guardarti in questo momento… ora stai diventando altro da me…

sono passata da aiutononriescoafarmiladocciapergiorni,  al tuo faccio da sssssola.

Per la prima volta mi sono resa conto davvero. A quella festa il mese scorso. Tu li piccolina che ti intrufolavi, che eri disinvolta, che facevi ridere le nuove amichette di scuola, che ti muovevi disinvolta. E se per caso eri ferma vicino a me, e le altre stavano giocando e correndo, quando passavano vicino a te, almeno un pizzichetto te lo dovevano dare.

Pensa a quando alle feste non potrò più accompagnarti perchè sarebbe una vergogna.

Quali saranno i tuoi sogni? Sarai amata? amerai?

Ecco io ti auguro di amare e di non vergognarti mai di questo. E se qualcosa o qualcuno ti mancherà sarà perchè tu hai vissuto. E ti auguro di scavalcare sempre le staccionate, a testa alta e senza paura, per non rimanere imprigionata nel tuo giardino.

Avrai i miei stessi pensieri di ragazza? Come comporrai il puzzle della tua vita? Chi ti passerà i tasselli, che sono sicura tu metterai a modo tuo senza sentire ragioni…

Avrai comitive, farai cretinate in giro con gli amici… Come colorerai la tela bianca che ti è stata fornita alla nascita? Di sicuro non sarai un’artista da quattro soldi!

Il mio quadro più bello fino ad ora sei stata tu. Ringrazio perchè tu o qualcuno più in alto ha deciso di affidarti proprio a noi. Mi sembra ieri che riempivi la mia pancia, ora invece tu ci riempi gli occhi di spontaneità, gioia, colori e rischiari i nostri cieli come una stella.

volevo quella di cat stevens, ma non so potevo inserire quelle che ho trovato.

Anche questa è molto bella però.

Ohhhhhh… LE COCCINELLE VOLANO

OHHHHH MAMMA C’È UNA COCCINELLA! È COLORATA, VIENE SU PER IL BRACCINO! OHHHHHH SE NE È ANDATA…

Si amore, le coccinelle volano!

OHHHHH MAMMA GUARDA CHE BEL FIORE! OHHHHHHHHH MA NON C’È PIÙ?!

si gnocchetta i soffioni fuggono lontani!

OHHHHH MAMMA IL CAMMELLO HA DUE SISE SULLA SCHIENA…..!

si caccoletta ti ci porteró sopra!

OHHHHH  MAMMA QUI AL BIOPARCO C’È L’ORSO DI MASHA! GUARDA VA NELL’ACQUA!

Si masha…emh Lia, è venuto a salutarti!

OHHHH MAMMA C’È UNA TIGRE IN CIELO!

Si pancottina é una nuvola soffice!

OHHHHH MAMMA IL SOLE ORA DOV’È?

Fragoletta, è andato a dormire!

OHHHH MAMMA, UN ARCO TUTTO COLORATO IN CIELO! MI REGALI L’ARCOBALENO?

si patatina, andiamo a vedere dove nasce che troviamo gli gnomi!

OHHHHH MAMMA MAMMA GUARDA È TORNATO IL CIELO!

si si bubu, ha appena smesso di piovere e le nuvole sono scappate!

OHHHHH MAMMA LE STELLE!

Si ci fanno l’occhiolino!

OHHHH MAMMA LA LUNA, OHHHH MAMMA LA LUNA, OHHHH MAMNA UN UCCELLINO….

OHHHHHHH!

OHHHHHHH!

OHHHHHHH!

Le coccinelle volano amore… Ieri si era posata sulla sedia rossa e ci abbiamo giocato! Spesso le coccinelle si posavano sulla mia pancia quando era piena di te ed io le lasciavo camminare che ci hanno portato fortuna!

Raramente rimango senza parole, anche se mi piace anche condividere i silenzi… Condividere i silenzi senza imbarazzo vuol dire essere aproprio agio e stimare e avere yna confidenza tale con chi ti sta vicino che appunto il silenzio non è imbarazzante ma importante da condividere…

Quando trovo qualcosa che mi meraviglia davvero mi si spalanca la bocca e rimango in silenzio!

Grazie polpettina che continui a farmi fare ohhhhh! Non ho mai smesso di essere un pô bambina e sono facilmente stupibile… Ma ora fare ohhhhh insieme e raccontarcelo é un regalo bellissimo che mi fa fare ohhhhhh!

Mammetta, ma sarai scemetta?!?!

uè, ma si dicono ste cose a mammetta?

* cerrrrto che si dicono

ah beh sono molto contenta di questo!

* ma dai che io ti vvvvoglio bene così, vedi vedi!

si vedo vedo gnocchetto mio!

* ma son femminuccia… ho la patatina lo sai!

si che lo so, ma x me sei sempre uno gnocchetto…! perchè mi chiami scemetta davanti a tutti?

* mamma, ma ti ricordi quello che mi hai scritto QUI, in questopost? menomale che le tue amichette di blog ti hanno parlato… grazie patty e beatrix per averla ascoltata! sa, è fatta così! l’hai ritrovato poi quel pezzetto che dicevi perso?

si, l’hai trovato tu, ma lo hai perso di nuovo!

* mamma alessiaaaaa 

dimmi dimmi!

* sai che a scuola è proprio una bella giornata!

a si? che fai?

* un sacco di cose! taglioooo

ma come tagliiiii

* si il pongo. sei cattiiiiva perchè non me lo hai mai fatto fare.

e ti pare! quella è praticamente l’unica cosa che non hai mai fatto a casa.

* ma perchè pensavi che a scuola stavo male?

oh non cominciare a fare la figlia… non ho mai detto che pensavo che saresti stata male. su 29 siete solo 3 ad avere neanche 3 anni… e i bambini nuovi, ovviamente più grandi sono tutti maschietti. Il primo giorno li al tavolino dei nuovi accolti eri l’unica femminuccia nanerottola!

* ma scusaaa. che problema c’è? lo sai che io mi faccio rispettare, no! tu dicevi che mi travolgevano, invece son tutti carini con me.

Con chi giochi?

* mi ricordo pochi nomi… c’è alessandro che piange sempre… vuole la mamma… io gli dico che torna quando si abbuia poco poco, ma lui non mi crede. Poi c’è la bimba coi ciuffetti e quella con le treccine sopre le orecchie.

poi?

* emh poi c’è mathias… emh… mamma sai che lui è molto simpatico e giochiamo insieme con la cucinetta… poi cerca sempre di insegnarmi a giocare con un gioco nel modo giusto… io gli dico che ho capito, ma poi lo rigiro e giochiamo come dico io! mi è mollllto simpatico! 

ah se… non lo avevo mica capito che ti è mollllllto simpatico, sa!

* e poi c’è uno brutto e stupidino: federico!

perchè dici così?

* perchè viene da me e mi dice AIAIAIAAIAIAIAAIA! 

ma lo dice solo a te?

* si

caccoletta, ti devo ancora insegnare tante cosine!

* che cosine? senti, poi perchè ti preoccupavi dei maschietti? nel giardino a casa non ti ricordi che insieme alla mia amichetta viola giochiamo con i due gabrieli? loro hanno le spade e facciamo le lotte…

si, ma tu hai paura di gabriele 1, perchè ha le spade. quando lui arriva che ti sfida tu ti nascondi!

* ma io mi nascondo perchè lui dopo viene e mi regala una foglia!

mamma, ti devo ancora insegnare tante cose!

andiam bene! ma a scuola mangi da sola?

* ma secondo te io faccio una cosa non da sola? io devo fare le cose senza che tu mi aiuti perchè io sono grande, grande grande!

si mamma, sei enormissimamente enorme! daltronde è passato un po’ di tempo da quando eri piccola piccola e ti tenevo tutta quanta raggomitolata sulle mie ginocchia, ti facevo il bagnetto nel lavandino, ti cambiavo sulla lavatrice, ti ho messo in una borsa, ballavi nella mia pancia…! sei stata velocissima a decidere di arrivare a riempire le nostre giornate… un bel po’ più lenta nel decidere di nascere…

* ero dolcina, vero? mamma, ma quando li sulla nuvoletta mi hanno detto che era arrivato il mio turno di scendere, io non me lo sono fatto dire due volte! tanto io già avevo scelto voi, che perdevamo tempo a  fare ad aspettare… invece quando ero nel tuo pancione stavo così calda e comoda… mi parlavi, mi leggevi, mi accarezzavi! poi arrivava papino paperottolo che mi dava gli schiaffetti! ma mica avevo fatto la cattiva! ad un certo punto ti hanno messo una cosa sul braccio che gocciava e mi hanno tirato dentro alla vita a forza… sti buzzurri! 

però è stato bello, perchè subito dopo ho trovato le tue braccia e la tua sisotta! che bello era, sembrava di stare a casa!

infatti stavi a casa, pallocchetta! grazie di averci scelto in mezzo a tanti! speriamo di essere all’altezza!

* a ma’, mica sei così bassa, che dici?

haha!

* ridi? sai che mi piace tanto quando ridiamo insieme? e mi spernacchi la panzotta? e mi levi whisky il ragnetto dal nasetto? e quando salto sul panciotto di papotto? e quando peppa fa lo scivolo sulle tue gambe?

anche a me piace tanto! mi scompiscio! sei così solare e simpatica, e da quando vai a scuola ancora di piu!

* ti SCO che? no no, non devo fare la pipì, le ranocchiette dentro alla mia pancia ancora stanno bene e non sono affogate! a scuola mi diverto, giochiamo, coloriamo, facciamo i lavoretti. già abbiamo imparato la canzone del benvenuto!

mamma… andiamo a fare le principesse ora?

si amore! ecco la coroncina! dai mettiamocele e giochiamo!

* mamma sei bellissima!

grazie, anche tu!

IMG_20150916_122140

Piccola mia…!

Aiutooooo…. In questi giorni mi sento come se mi mancasse un pezzetto… dove l’avrò perso????

poi ieri c’è stata la prima riunione conoscitiva con le maestre della scuola materna di Lia, che inizierà a metà settembre… ripeto: aiutooooo!

alcune mamme avevano portato anche i bimbi, come avevo fatto io. Erano 5 maschietti di 4 anni… e tra le 29 pesti, di piccolini come lia ( che farà 3 anni a novembre) ce ne sono solo 3… la travolgeranno???? rimarrà da un lato??? le maestre sapranno…

All’inizio lia si era seduta vicino a me. Ad un certo punto due dei bambini si sono avvicinati ai giochi in classe. Vedo lia con l’occhietto furbetto… che le frulla in testa… si fa tronfia e coraggiosa…

“ciao, io sono lia. Tu come ti chiami?”

Eccola là. E’ andata! hanno iniziato a cucinare e a giocare. Anzi uno di loro le ha fatto pure da “cicerone” cercando di insegnarle la maniera giusta per usare un affarino… Ovviamente lei ha continuato a fare a modo suo, cercando di insegnare a lui come secondo lei si doveva usare!

Mi sembra ieri che facevo la scemetta in giro e mi divertivo con i miei amici… noi che le estati erano interminabile e ci ritrovavamo sempre noi, sempre gli stessi, cresciuti, ma che ci eravamo “aspettati”… Come correvo… e non mi fermavo… Ora devo correre dietro a lia…

Quest’anno dietro l’estate si “agguatava” il primo vero distacco tra me e la creaturina… E’ volata, sfumata, evaporata…

ripeto: aiutooooo!

Piccola mia, chissà come sarà la tua vita, se realizzerai i tuoi sogni, cosa sarà dietro i tuoi angoli… Ti auguro di amare, essere amata, sentirti viva, provare sensazioni… Ti auguro di superare le tue paure e vivere le tue sensazioni a testa alta… scavalcando tutti i muretti che ti si pareranno davanti. Io ci sarò… A volte si è più figli a vent’anni, che a tre… Sai cosa ti prometto? che starò sempre due passi dietro a te e ti rialzerai da sola… però se solo allungherai la mano io correrò ad aiutarti, o a gioire con te…

Piccole Biker alla riscossa!

Mi sono accorta che Lia è una piccola biker. Appena si capisce che potrà fare un girino su moto o bici inizia a… scodinzolare! Si tratti di biciclette, motociclette, motorini o trike!

Ha preso la passione dal papi e anche dalla mamma che non sa portare neanche troppo bene una bicicletta, ma le piace essere scarrozzata così!

IMG_20150723_193837  IMG_20150723_194629  IMG_20150801_184831

sul motorino, la moto e la bici con papino paperotto!

IMG_20150716_200344  IMG_20150716_200429

sulla moto di zio Gigi!

IMG_20150805_180352

Sul trike con nonno… però non ho fatto in tempo a fare la foto con lei perchè ero sul balcone e mi sono scappati!

che fastidio!

Questa invece devo proprio ricordarmela!

al piccolo sederino delicato di bimba di un anno e quattro mesi, dava fastidio una caccona nel pannolino… era insofferente e se lo tirava… allora siam corse ai ripari  e già immaginavamo cosa avremmo trovato…

eccolo! In effetti che gran fastidio doveva darle! hihi!

IMG_20140315_194100   IMG_20140315_194052