Attentini a voi, sa!

Volevo mostrare a tutti i miei cari amichetti di blog che mi sfrantano e mi prendono in giro che IO so essere moooooolto terrorifica e orrorifica… 

GHHHHHHHHHHHHH

Quello che mi è successo la notte del 31 ottobre, può sempre ritornare in tempi non sospetti se devo andare a torturare qualcuno…. gnac gnac gnac. Questa dovrebbe essere una risata che fa spavento.

IMG_20151031_194032  IMG_20151031_194151IMG_20151031_200237 IMG_20151031_194948

Ah e poi posso sempre chiamare la mia amica del cuore che vi faccia una linguaccia in faccia, oppure vi faccia ROAR, esprimendo tutta la sua tigricità!

IMG_20151101_144304 IMG_20151101_144302

ah mi è avanzata una specie di immagine che potrebbe inquietarvi ancora, quindi la schiaffo qui!

12202241_174909309522095_1560698994_n

Evoluzione TAG

2015_Evoluzione_TAG

Questo TAG nasce dall’idea geniale di Cix79 proprietario indiscusso del blog Ispirazioni Metropolitane.
Questo TAG, rispetto a quelli a cui avete partecipato fin ora, è sicuramente il più strano, fuori dagli schemi, probabilmente il più innovativo e fantasioso di tutti (modestia a parte).

MAMMA MIA STO RAGAZZO NON SARà TROPPO TROPPO MODESTO????

Questo TAG è un inno alle capacità evolutive di cui noi siamo capaci, è un TAG dinamico, fresco, sempre pronto a cambiare, a mutare in base agli umori e alle esigenze dei partecipanti.

MAMMA MIA TI SEI IMPEGNATO UNA CIFRA PROPRIO!

Regole del TAG

– Dichiarare chi ha inventato il TAG (https://cix79.wordpress.com/).
– Ringraziare chi vi ha nominato.
– Nominare ed avvisare UNA o PIU’ persone che ritenete adatte a far evolvere questo TAG in meglio. Che la fantasia e la creatività sia con voi!
– Cambiare totalmente uno dei prossimi 3 punti sottostanti a vostro piacimento, trasformandolo in qualcosa di vostro, di unico, indicando appunto chi ha inventato il nuovo punto in modo da capire che strani giri ci saranno.

1) Spiegate ad un vostro contatto\amico blogger che seguite con interesse, cosa potrebbe fare per migliorare secondo la vostra opinione nel suo blog per potergli dare una marcia in più.
(di Cix79)

2) Inventate una storia di fantasia, di poche righe e con finale a sorpresa.
(di Cix79)

3) Cantate una canzone.
(di Alessialia)

  1. Cixolino! sarebbe carino se tu non venissi sempre da me a farmi il solletico, dirmi che ho i piedoni e dirmi celatamente, ma neanche poi tanto velatamente, che sono cozza!
  2. avete letto la storia di cix? beh io non riesco ad inventarne una perchè sono scoppiata insieme ai suoi esserini con la cannuccia fucsia!
  3. Roma nun fa’ la stupida stasera
    damme ‘na mano a famme di’ de no
    spegni tutte le stelle
    piu’ brillarelle che c’hai
    nasconneme la luna se no so’ guai
    famme scorda’ ch’e’ quasi primavera
    tiemme ‘na mano in testa pe’ di’ de no
    smorza quer venticello
    stuzzicarello che c’hai
    Roma nun fa’ la stupida stasera

CHIUNQUE VOGLIA CONTINUARE QUESTO TAG, SAREBBE CARINO LO FACESSE, PERCHè MANDIAMO AVANTI LA DOLCE CREATURINA DEL SEMPRE GARBUGLIOSO CIX!

Dimmi che ti manco…

Voglio sentirmi dire “mi manchi”, che la mancanza urla più forte della presenza. Mi parli ma sei lontano.

voglio che mi dici “mi manchi” come lo intende Marquez, anche se siamo vicini, perche vuol dire che hai sete delle mie parole, dei nostri discorsi, dellle mie risate…

Per dire mi manchi ci vuole coraggio, e personalmente mi lasceresti senza parole e non mi sentirei più in balia del vento.

E se poi succede che tu non mi cerchi ed io ci rimango male, allora mi costringo ad evitarti e cosí ti allontani e di conseguenza io…? Poi io non ti manco ed invece tu a me sí…?

Che poi a volte è meglio non sapere cosa ci manca, che nasconderci è meno pericoloso.

La mancanza si puó solo avvertire che il tempo e il vento cancellano anche le parole scritte su una pietra accanto ad un fiume.

La mancanza è la presenza più forte che possa mai esistere.

Mi mancherai e te lo diró con tutto il silenzio che potró.

Voglio sentirmi dire mi manchi, ma non sarà possibile perché io ci sono e non riesco ad andarmene, anche se ci provo.

Disegni da far vedere perchè devo (anzi, voglio!)!

Ecco ysintricchio,

visto che tu chissà che grande disegnatrice tu credi che io sia solo perchè ho frequentato accademia di grafic desiner e visualizer, come minacciato ti mostro l’orsotto fatto quando stavano insegnandoci illustrazione e dovevamo imparare a fare i peli… ovvio che non era proprio la mia materia preferita… preferivo art, o copy, marketing, fotografia (che manco ho imparato chissà che!) e tutte le altre materie! Poi ho lavorato per anni come grafica e pubblicitaria, ma non a mano… col computer! anche se qui pure dirai ma come col computer che sei così antidiluviana con la tecnologia? beh si! e mi piaceva e mi divertivo! e ero anche in gambuccia, viva la modestia!

poi ho aperto un’attività di organizzazione eventi, ma li ho avuto la socia sbagliata! e allora poi abbiam lasciato perdere tutto dopo un annetto…

la comunicazione, la pubblicità e tutto questo mondo comunque rimangono ora e per sempre nel mio cuoricino.

Poi ti metto pure il BoccaManiPiedi! belle figure che faccio eh!orsotto bocca mani piedi

DOVE MI BUTTO? sfogo mio che magari è noioso da leggere, e infatti non dovete leggerlo perchè visto che questo è un non blog, lo scrivo uguale perchè è una pagina del mio diario.

Un mesetto fa ho scritto un post trasformandomi in Maria de Filippi, che volevo fare arrivare agli “occhi” di un ragazzo che era il mio migliore amico alle superiori. Non lo vedevo da tempo e mi era spiaciuto molto perderlo. Tra l’altro ho pure trovato la miriade di cartoline che mi inviava quando era fuori e ne ho trovate due dall’america… L’11 settembre delle torri gemelle lui era a New York… e nessuno dopo il macello riusciva a contattarlo… mamma mia che ansia tremenda. Qualcuno di voi avrà letto quel post… Beh lui mi ha letto e mi ha scritto una frase bellissima: “E’ incredibile come certe persone portino il sole dove sembra tutto nuvolo!”.

Ecco, in realtà io non riesco a capire come potrei fare io a portare sto sole… boh. Sono quasi convinta di credere in me stessa senza che nessuno debba aiutarmi in questo, anche perchè sono così, sia fisicamente che internamente, e se non mi accetto non si va avanti, quindi, beh… eccomi qua.

Anche se a volte mi piacerebbe essere una strafica bionda con gli occhi azzurri e 2 km di gambe che riesce a fare rimanere senza parole un uomo, o essere una che se ne frega di tutto e tutti…

Ma purtroppo o per fortuna sono così (e non parlo dell’essere bionda eh!). Quando ballavo salsa, io e le mie amiche del gruppo eravamo sempre in pista e non capivamo il perchè. I nostri amici dicevano che era perchè eravamo vere e non ce la tiravamo e ci divertivamo e ridevamo, a differenza di chi si metteva in mostra imbalsamata, seppur bellissima.

In continuazione dò conferme, se mi piace qualcosa, se voglio bene, se secondo me sbagli… mi sa che devo rimanere un po’ più sulle mie…

Di solito si tende a coinvolgere e dare conferme a chi si conosce da poco, forse per attirarlo, o perchè la novità è sempre più frizzante di una cosa già consolidata… Io invece le metto sullo stesso piano, mettendo il nuovo arrivato a proprio agio, ma stringendo forte e coccolando la vecchia… Perchè a volte si ha bisogno di conferme e di un po’ di calore… Ma sono io che sono sbagliata di sicuro.

Oggi mi sento una cretina pure ad avere un blog, che con ysin chiamo non blog. Che davvero ci sono capitata per caso senza sapere come si faceva e cosa volesse dire… Ma io che ci sto a fare qui, non essendo una blogger vera scusa? Mica scrivo racconti come Dora o Pietro (che io chiamo Piero!) che offrono sempre spunti di riflessione, O post che ti catapultano dentro e ti commuovono e ti fanno scompisciare come quelli di Avvochetto, oppure irriverenti e avvincenti come Albucci, o Cixolino che mi piace leggere sempre, o come Incagliettoh che mi deve prestare il Pathos per fare le bruschette, o come gigiolino faggella che adoro leggere. E ysin dove lo mettiamo? O chi ha delle opere da mostrare, o prodotti da promuovere…

Tra l’altro volevo fare in bocca al lupo a tutti coloro che stanno realizzando il proprio sogno, come Laura Rocca, Sara Tricoli e Avvo (questi sono quelli che conosco…).

Invece poi qui ho incontrato una comunità. Anche qui riesco ad essere un po’ ingombrante! Se una cosa mi piace metto like, altrimenti no. Ma a volte per commentare mi dimentico pure, e ai commenti non lo metto mai… Arrivo come un uragano e può dare fastidio, ma se vedo che la cosa fastidia, tolgo il disturbo… perchè sono anche e soprattutto una persona discreta e cerco sempre di essere garbata. Poi in realtà sono timida e mi soggeziono o imbarazzo facilmente… Ma ho imparato a superare e a prendermi in giro per questo che tanto sennò rimani indietro…

Io ci sono sempre, anche due passi indietro, ma quando uno poi si abitua, non fa più caso a te, ma guarda altro… Ma ditemi, a chi non piace pure essere adulata ogni tanto? anche alle caciarotte come me… Mica sono solo capretta, ma ho un cuoricino e una pancia e una testa e a volte non riesco a spengere nessuno dei tre. Dove sta l’interruttore?

Passiamo avanti e facciamo sentire importante qualcun altro, tanto con te l’ho già fatto, ora coccoliamo qualcun’altro. Ma continua no! c’è spazio per tutti…

Sti giorni vorrei buttarmi al secchio dell’indifferenziata…

Ho fatto spesso post un po’ scemetti, ma non sono solo macellotta, che poi alla fine questa è la mia indole, ma se uno ha una personalità di base allegra e positiva poi non ha sentimenti o non sta un po’ giù. solo che non sto sempre a lamentarmi e a continuare a dire Io Io IO, come fa qualcuno.

Il fatto che io sia allegra lo dice il fatto che quando si prende un po’ di confidenza si inizia a prenderci in giro e io mi diverto un sacco, anche perchè non sono permalosa, a meno che non lo fai per farmi male e li si tirano fuori le unghie!

Lo so che sono sbagliata ma io credo fermamente nell’amicizia e nei sentimenti, che si trovino alla fermata dell’autobus, in una discoteca, o in un blog (visto il contesto dove siamo ora!). Penso che anche gli altri ci credono… ma poi a volte Zacchete.

Ma tanto io parlo parlo, ma tanto non riuscirò mai a modificarmi. E poi ho il brutto viziaccio di non leggere le istruzioni e non osservare le avvertenze… Sarà pure colpa di sta cosa.

Parlavo con gigiolino di una tela bianca che ci forniscono alla nascita, che poi riempiamo di pennellate ed è sempre un’opera in divenire… Che bello se tutti quelli che mi hanno regalato qualcosa, o un’emozione si fermassero anche solo un attimo a dare una pennellata. Questa poi si che diventerebbe un’opera d’arte vera!

Anche se sono una ciabatta vecchia, e la scarpa nuova ti adula e ti stuzzica, ricorda che anche le cose che hai da anni possono offrirti sempre stimoli nuovi e dare anche un po’ di pepe.

Scusate lo sfogo!

VOGLIO SENTIRE…

VOGLIO SENTIRE…

…le tue mani su di me

…il tuo respiro sulle pieghe della mia pelle

…i nostri corpi rotolare nella sabbia

…che ti muovi sensuale accanto al mio corpo

…che sono tua dalla punta dei capelli fino ai piedi

…i tuoi occhi che colmi di me disegnano il mio contorno

…la tua bocca avida del mio sapore, sulla mia

…le tue mani che mi arruffano i capelli

…il tuo amore che mi copre come un drappo di raso per scaldarmi

…il tuo cuore che illumina il mio

…il mio respiro diventare veloce perchè mi fai perdere

…i tuoi lenti sospiri mentre le mie mani che tremano volteggiano su di te

…scricchiolare le ombre intorno a noi mentre si uniscono alla nostra danza sensuale

…le tue dita che si intrecciano alle mie

…che vivi e travolgi tutti i miei sensi e mi scaldi più del sole del deserto

…che sfiori e avvolgi la mia anima

Voglio che tu viva me, proprio me e mi chiami per nome.

Voglio vivere te, proprio te, senza freni e paure. E respirare i tuoi baci che mi travolgono come le onde o come il vento caldo lontano africano che mi fa perdere…

VOGLIO IL TUO FEGATO!

hey! vieni qui… muoviti che sennò poi ti vedono, che oggi c’è la riunione qui a San Lorenzo e poi salta la mia copertura… 

Ho conosciuto un tizio: si chiama Albucci. Ho letto delle cose che ha scritto e mi sono fatta avanti. Tu sei Boregher, Vero? Allora apri bene le orecchie!

C’è una donna siciliana, una certa Greta a cui hai rubato uno zaino, che ha conosciuto sto Albucci e gli ha chiesto di ucciderti per riprendersi lo zaino. Lui ha un complice… Un certo Paolo… Un tipo particolare che parla parla e si veste sempre uguale. A volte è lento a volte è invertebrato. Lui ha un bullone degli extraterrestri…

Io prima di conoscerti, qualche giorno fa, sono inciampata in questo Albucci e mi sono presentata. Ho fatto di tutto per farmi notare ed essere accettata da lui. Una fatica guarda: flessioni, percorsi, apnea, caffè… insomma, sono partita dal basso. Ma ci sono riuscita!Mi sono infiltrata! sapevo che ne avrei cavato qualcosa di fruttuoso, anche se ancora non sapevo cosa. Non sapevo che salendo su 64 a Termini avrei conosciuto proprio te.

Albucci mi ha parlato di un bullone e di un’altra cosa che però non ti dico… che poi alla fine pure a te chi ti conosce? Ti ho appena incontrato alla fine.

Lui ha una strana mania per gli organi del corpo: ama incondizionatamente il suo fegato. Io gli ho detto che quando lo vedo, il mio di fegato inizia ad agitarsi. Lui mi ha creduto! Parla spesso pure di capelli… 

Senti, se io faccio il doppio gioco, ora che ti ho incontrato, e cerco di beccarmi il bullone… tu che mi offri di più?

*********

Hey Alb! Ciao Detective che si poggia al muro e guarda con l’occhi come una fessura per mettere in soggezione gli avversari… 

Dicevo, ti ho appena fatto il caffè, capo! continuo il mio lavoro da stagista! Sono brava, ve? d’altronde ti ho pure fatto il massaggio perchè avevi il viso arrossato dalla iuta che ti metti sul viso. Sai che adoro quando lavi i piatti vestito da carpentiere?! Oggi non posso venire alla riunione per un impegno improvviso e non voglio rischiare che gli alieni mi rapiscano. Oggi ho fatto tutto il percorso e le flessioni… e sono appena ritornata dalla fazenda brasiliana dove mi hai spedito ieri! tra l’altro, ti è piaciuta la tisana al finocchio?

Senti devo dirti una cosa… oggi sul 64 ho incrociato un tipo strano… Mi pareva Giorgio e allora mi sono fatta avanti… Ho fatto finta di allearmi con lui contro la caccia che gli stiamo facendo con la banda… So che non potrei prendere iniziative, ma non ho avuto il tempo di pensare. Gli ho detto che avrei fatto il doppio gioco con te, ma in realtà lo faccio con lui così posso capire le sue mosse e presto presto lo potremmo uccidere e riscattare greta!

Oh anche se stasera non vengo mi raccomando metti la buona parola con Paolo per il bullone!

********

Ahhh ora sono sola e posso rilassarmi e tornare a respirare…

Alb e Giorgio se la sono bevuta…! 

Ma che mi frega di loro e delle loro sporche missioni…

IO VOGLIO IL BULLONE, QUELLA COSA CHE NON DICO SENNò GLI ALIENI MI SENTONO, E… VOGLIO IL TUO FEGATO ALB! ma tanto tu non puoi sentire i miei pensieri…

********

Per scherzare con Albucci!

Lo so che devi dirmi alcune cose…

Guardami negli occhi come solo tu sai fare…

Perchè non ti volti? Lo so che devi dirmi alcune cose…

Ti aiuto…

Vieni qui, dammi le mani, stringile forte perchè le mie tremano un po’…

Vorrei scappare lontano per non doverti dire queste parole che tu non hai il coraggio di pronunciare.

“Sei una persona meravigliosa, ma ora non sei capace di dirmi che non sei riuscito ad innamorarti di me. Io ti auguro di essere felice, di trovare una persona che ti faccia battere il cuore e di essere felice, perchè te lo meriti. Anche se quella persona non l’hai trovata in me…. Non voglio essere il tuo porto sicuro alle tue paure, volevo essere le tue montagne russe… Quindi Buona vita.”

Solo questo sopra doveva essere il mio post di oggi, perchè questi pensieri mi frullano in testa da qualche giorno per cose che sono accadute intorno a me… Però ieri chiacchieravo con Dora, facendo delle riflessioni sul suo post “Vortice”, probabilmente sono andata anche fuori tema portando il discorso su questi binari, ma si sa che “la lingua batte dove il dente duole”, e allora volevo appiccicare anche qui su questi pensieri…

Perchè in giro c’è tanta voglia di fare male? Perchè se non sei felice con me, non devi esserlo con nessuno? Perchè se non ti sei innamorato di me, o il tuo amore si esaurisce, io devo poi per forza denigrare e diventare perfida? Dire in giro “ma come avrò mai fatto a stare appresso a quello?, Cosa avrò trovato in lui?” Beh se gli sei stata dietro evidentemente avrai trovato qualcosa in lui… che non scompare a comando solo se lui invece non prova le stesse cose… Invece se lo incontro a distanza di qualche tempo, io ricordo benissimo il motivo per cui mi aveva colpita e non divento cattiva.

E viceversa per un uomo non ricambiato, ovviamente… Secondo me è questione di rielaborare e superare. Non si devono prendere delle MANETTE e legare qualcuno a noi con qualsiasi tipo di ricatto, anche perchè poi il dubbio che lui sia qui perchè lo vuole è grande…

Secondo la mia modesta testolina questo va applicato anche nel caso di una coppia che ha condiviso vita e sentimenti. Normale che è più doloroso e si va con più cautela. Se un amore si esaurisce, volerlo per forza tenere in vita non serve… Però condanno le modalità in cui a volte ci si comporta con l’intento di far soffrire abbandonando chi hai avuto vicino. Questo non lo ammetto e non lo sopporto. Il rispetto è la cosa fondamentale…

I nostri occhi iniziano a vedere brutture e difetti che magari prima ci piacevano, dimenticando quanto di bello c’è stato e abbiamo ricevuto. Non guardiamo mai dentro a noi stessi, senza pensare che magari la fine di un amore fa soffrire entrambi, anche colui che lascia o che non si è innamorato…

Se io soffro dobbiamo soffrire in due! ma perchè mai?

Se non ami me non amerai mai nessuno! Se non ami me, non ami me. PUNTO. Non sono io il tuo incastro perfetto. Bada che non ho detto giusto, ma PERFETTO, che è diverso.

Io ti amo e ti lego a me per forza! Questo è egoismo… Io ti amo e ti lascio libero di vivere la tua vita. Se vorrai sarai tu a legarti a me

In questi giorni mi sento un po’ sensibile all’argomento e quindi piazzo un po’ di qua e un po’ di la il mio pensiero.

Conosco un uomo, ci frequentiamo, io mi innamoro, lui non troppo… Perchè dovrei volergli male? Perchè il mio sentimento deve tramutarsi in qualcosa di brutto? io ovvio che sto male, non sono una santa e vorrei che lui invece mi prendesse e mi portasse via con lui, però non sarà così, quindi perchè non augurargli di essere felice con chi vorrà? Magari neanche lui a sua volta potrebbe non essere ricambiato da qualcuno che gli rapisce questo strano organo che è il nostro cuore… Ma questa è la vita!

Grazie Dora delle chiacchiere, riflessioni e risate che facciamo ogni volta!

Scusate lo sfogo, ma non sono fatta a compartimenti stagni, mi serviva proprio!

Mi sono liberata oh!

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO!

Allora, domani 19 ottobre è il mio compleanno e voglio gli auguri perchè a me non interessa il tempo che passa e arriva una certa età, ma è la mia festa e quindi non deve passare inosservata!

Diciamo che sarebbe stato meglio scrivere questo post domani che è il giorno in questione e perchè oggi essendo domenica molti di voi staranno giustamente godendosela e quindi passerò inosservata, però oggi ho il computer a disposizione.

Domani avrò solo il cellulare con la connessione abbradipata e addinosaurata senza giga, quindi addirittura non riuscirei a scriverlo! quindi oggi è meglio di niente!

Alcuni tipo Lilasmile, Ysin, Avvo e Ivano f già li ho avvertiti di questo…

Quindi speriamo che domani mi arrivino i vostri auguri in modo spontaneo e senza costrizione alcuna da parte mia!

Grazie!

Il caffè… salva pure la vita!

…non la faccio finita ma incrocio le dita e mi bevo un caffè

…non la faccio finita soltanto perché è pronto un altro caffè

così dice Max Gazzè nel suo singolo “La vita com’è”, che a me sembra abbia un ritmo un po’ balcanico! La passano alla radio ogni 10 minuti ed ora non riesco a toglierla dalla testa!

Però vedi vedi c’è un perchè se io DEVO bere caffè! fino a 5 al giorno si può! Lo prendo amaro con un po’ di latte freddo! e ad i miei amici di blog con i quali ho più confidenza spesso mando il mio piccione viaggiatore per fare arrivare una tazzulella virtuale! Ho adottato questo animaluccio perchè è più veloce della mia connessione lenta senza giga col cellulare abbradipato e addinosaurato!

Per me il caffè, non è soltanto un caffè… cioè, quando son da sola si, ma altrimenti è momento di aggregazione, di confronto, di amicizia! A me piace tanto incontrare ed inciampare in persone con cui poter scambiare opinioni e scherzare!

Quando ero ragazza spesso avevo delle comitive. Le persone solide e portanti eravamo noi amici e amiche, ma non eravamo di quelli che hanno gelosie femminili o prove di forza maschili! A volte per questi motivi è difficile entrare in gruppi già consolidati… Per noi invece più eravamo e meglio stavamo! E sono contenta di essere questo tipo di persona, così ho potuto gustare appieno ogni singolo momento!

La mia migliore amica di allora ed io ci svegliavamo presto la mattina anche solo per un caffettino… Beh ci vedevamo a San Giovanni (sono di Roma) e poi decidevamo di andare a prendere il nostro caffè ad Orvieto! o al mare, o al paesino! Noi ci organizzavamo così la mattina su due piedi, ma quando ci decidevamo la sera anche i nostri amici si univano!

Poi c’è stato il periodo che ballavo salsa e quasi ogni sera andavamo a farci una salsata! e dopo ovvio che ci stava cornetto e caffettino, o cappuccino!

Oppure lo usavo come scusa per rivedere qualcuno che mi piaceva!

Ah… Gustare il caffè senza assaporare prima il suo profumo non è la stessa cosa!

… il caffè vada bevuto “Imprecando”, bollente.

Detto ciò: chi vuole un caffè?

Mammetta, ma sarai scemetta?!?!

uè, ma si dicono ste cose a mammetta?

* cerrrrto che si dicono

ah beh sono molto contenta di questo!

* ma dai che io ti vvvvoglio bene così, vedi vedi!

si vedo vedo gnocchetto mio!

* ma son femminuccia… ho la patatina lo sai!

si che lo so, ma x me sei sempre uno gnocchetto…! perchè mi chiami scemetta davanti a tutti?

* mamma, ma ti ricordi quello che mi hai scritto QUI, in questopost? menomale che le tue amichette di blog ti hanno parlato… grazie patty e beatrix per averla ascoltata! sa, è fatta così! l’hai ritrovato poi quel pezzetto che dicevi perso?

si, l’hai trovato tu, ma lo hai perso di nuovo!

* mamma alessiaaaaa 

dimmi dimmi!

* sai che a scuola è proprio una bella giornata!

a si? che fai?

* un sacco di cose! taglioooo

ma come tagliiiii

* si il pongo. sei cattiiiiva perchè non me lo hai mai fatto fare.

e ti pare! quella è praticamente l’unica cosa che non hai mai fatto a casa.

* ma perchè pensavi che a scuola stavo male?

oh non cominciare a fare la figlia… non ho mai detto che pensavo che saresti stata male. su 29 siete solo 3 ad avere neanche 3 anni… e i bambini nuovi, ovviamente più grandi sono tutti maschietti. Il primo giorno li al tavolino dei nuovi accolti eri l’unica femminuccia nanerottola!

* ma scusaaa. che problema c’è? lo sai che io mi faccio rispettare, no! tu dicevi che mi travolgevano, invece son tutti carini con me.

Con chi giochi?

* mi ricordo pochi nomi… c’è alessandro che piange sempre… vuole la mamma… io gli dico che torna quando si abbuia poco poco, ma lui non mi crede. Poi c’è la bimba coi ciuffetti e quella con le treccine sopre le orecchie.

poi?

* emh poi c’è mathias… emh… mamma sai che lui è molto simpatico e giochiamo insieme con la cucinetta… poi cerca sempre di insegnarmi a giocare con un gioco nel modo giusto… io gli dico che ho capito, ma poi lo rigiro e giochiamo come dico io! mi è mollllto simpatico! 

ah se… non lo avevo mica capito che ti è mollllllto simpatico, sa!

* e poi c’è uno brutto e stupidino: federico!

perchè dici così?

* perchè viene da me e mi dice AIAIAIAAIAIAIAAIA! 

ma lo dice solo a te?

* si

caccoletta, ti devo ancora insegnare tante cosine!

* che cosine? senti, poi perchè ti preoccupavi dei maschietti? nel giardino a casa non ti ricordi che insieme alla mia amichetta viola giochiamo con i due gabrieli? loro hanno le spade e facciamo le lotte…

si, ma tu hai paura di gabriele 1, perchè ha le spade. quando lui arriva che ti sfida tu ti nascondi!

* ma io mi nascondo perchè lui dopo viene e mi regala una foglia!

mamma, ti devo ancora insegnare tante cose!

andiam bene! ma a scuola mangi da sola?

* ma secondo te io faccio una cosa non da sola? io devo fare le cose senza che tu mi aiuti perchè io sono grande, grande grande!

si mamma, sei enormissimamente enorme! daltronde è passato un po’ di tempo da quando eri piccola piccola e ti tenevo tutta quanta raggomitolata sulle mie ginocchia, ti facevo il bagnetto nel lavandino, ti cambiavo sulla lavatrice, ti ho messo in una borsa, ballavi nella mia pancia…! sei stata velocissima a decidere di arrivare a riempire le nostre giornate… un bel po’ più lenta nel decidere di nascere…

* ero dolcina, vero? mamma, ma quando li sulla nuvoletta mi hanno detto che era arrivato il mio turno di scendere, io non me lo sono fatto dire due volte! tanto io già avevo scelto voi, che perdevamo tempo a  fare ad aspettare… invece quando ero nel tuo pancione stavo così calda e comoda… mi parlavi, mi leggevi, mi accarezzavi! poi arrivava papino paperottolo che mi dava gli schiaffetti! ma mica avevo fatto la cattiva! ad un certo punto ti hanno messo una cosa sul braccio che gocciava e mi hanno tirato dentro alla vita a forza… sti buzzurri! 

però è stato bello, perchè subito dopo ho trovato le tue braccia e la tua sisotta! che bello era, sembrava di stare a casa!

infatti stavi a casa, pallocchetta! grazie di averci scelto in mezzo a tanti! speriamo di essere all’altezza!

* a ma’, mica sei così bassa, che dici?

haha!

* ridi? sai che mi piace tanto quando ridiamo insieme? e mi spernacchi la panzotta? e mi levi whisky il ragnetto dal nasetto? e quando salto sul panciotto di papotto? e quando peppa fa lo scivolo sulle tue gambe?

anche a me piace tanto! mi scompiscio! sei così solare e simpatica, e da quando vai a scuola ancora di piu!

* ti SCO che? no no, non devo fare la pipì, le ranocchiette dentro alla mia pancia ancora stanno bene e non sono affogate! a scuola mi diverto, giochiamo, coloriamo, facciamo i lavoretti. già abbiamo imparato la canzone del benvenuto!

mamma… andiamo a fare le principesse ora?

si amore! ecco la coroncina! dai mettiamocele e giochiamo!

* mamma sei bellissima!

grazie, anche tu!

IMG_20150916_122140

Stamattina mi diverto a concentricare un po’…!

ysintrino

Allora, chi segue ysintrino, sa che è ancora aperto il terzo Ysingrinus d’autore

Io da poco mi sono iniziata a questi rituali ed anche stavolta, dopo essermi abbuiata per riscrivere il suo racconto “Buio”, ho colorato il suo ritratto!

Ovviamente io sono una zappetta a disegnare, quindi nonostante il soggetto fosse meritevole e onorifico, io ho fatto di tutto per fare una mezza ciofega… però ci sono rappresentati molti elementi a me cari, e dietro si dovrebbe intravedere una piremide (cugina della piramide)!

Volevo dire all’Ysingrinus cortese, gentilone e un po’ pirata che tu mi insegni che la firma è negli occhi di chi legge… volevo non metterla proprio per onorare la tua teoria, ma poi è uscita prepotente dalla matita…

Mi scuso soprattutto con Bionda!

Ovvio che non potrò mai vincere, ma come al solito quando si tratta di concentricare, anche se in ritardo, arrivo!

io, me… e le altre me stesse…

Cosa sarebbe successo se…

…avessi preso quel treno

…avessi accettato quell’appuntamento

…avessi fatto quelle data cosa

…avessi tardato mezz’ora all’appuntamento

…avessi ricambiato quel bacio

Le sliding doors poi, boh…

Qualche volta me lo chiedo…

Se una cosa è importante per noi e per il nostro ciclo di vita, è destino che prima o poi accada? Anche se passa per vie sconosciute, per una scorciatoia,o addirittura sbaglia strada perchè ha il tom tom scarico?

Le cose vissute fino ad ora erano a me destinate e quindi mi sarebbero comunque accadute?

Chissà se come nel film Sliding doors, due Noi che si dividono davanti ad una scelta (voluta o causata), compiendo diverse evoluzioni e percorrendo vie diverse, alla fine si ritroverebbero a distanza di tempo nello stesso punto per ricongiungersi… perchè proprio li la me stessa originale doveva arrivare?

Forse non voglio saperlo, perchè se partenza e arrivo coincidono… in mezzo cosa c’è?

Per una Me potrebbe essere andata meglio che per l’Altra? Chi lo sa?

Certo che il pensiero che in questo momento un’altra Alessialia si trovi da qualche parte spersa nel mondo, a pensare la stessa cosa che sto scrivendo io, mi fa strano.

Chissà come se la passa? Se sapessi che ora lei sta in Africa a ballare scalza all’interno di un girotondo di bambini, la invidierei da morire.

Da dove siamo partite entrambe lo so, ma dove arriveremo? Rimarremo su vie parallele, o ci riuniremo?

Chissà se voglio saperlo. E i sogni di Me bambina li ho realizzati? E i sogni di Me ragazza? Ed ora che sono donna…? Che sogni ho?

Che direzione voglio prendere? E cosa starà facendo la mia sliding doors? In quale punto del nostro cammino ci siamo divise? E dove ci ritroveremo? dovremo dividerci di nuovo? Credo di si perchè la vita è fatta di scelte e di casi fortuiti che cambiano il suo corso. In qualche modo ci incontreremo e avremo delle interconnessioni in modo che le due Me create da scelte diverse possano interagire non sapendo che siamo noi? e comunque siamo fortemente legate dallo stesso destino?

A volte le scelte sono forzate, come l’arrivo di un bambino, una partenza che non i può rimandare, ma invece spesso sono dettate dal nostro cuore o la testa in quel dato momento, e magari in un altro periodo avremmo scelto in un altro modo.

A volte basta un particolare, che magari neanche notiamo, a cambiare il corso e il senso della nostra esistenza. Però se ci voltiamo, e cerchiamo di ricordare, probabilmente riusciamo a rintracciare quel particolare, seppur piccolo, o grande, nascosto o palese, che ha scatenato il nostro cambio di rotta, o il rimanere a remare nella stessa direzione.

E’ normale chiedere se rifarei le stesse cose dopo averle vissute e col senno di poi rispondere “anche no!”… Ma la risposta è dettata magari dal viverle in un altro momento… Nell’istante in cui sono capitate era giusto così. E per vivere il presente a colori mi viene da dire che se un giorno vedrò la mia Altra, ci abbracceremo e basta, senza domandarci nulla!

In realtà secondo me di sliding doors ne abbiamo parecchie perchè di scelte, o di occasioni colte o perdute ne dobbiamo fare tante… Quindi ci sono tanti Noi in giro… Quando ci incontreremo allora faremo una festa!

Mi ricordo che alla fine del film sono rimasta con un sapore agro in bocca, ma allo stesso tempo dolce.

E’ il destino che corre sui nostri binari, mentre noi comunque teniamo le redini, o siamo noi che ignari veniamo irrimediabilmente guidati dalla nostra stella?

Anche se in alcuni momenti è difficile, forse è meglio non fare domande a nessuna Me, e correre sui miei binari…

UN PENSIERO A…

…AD ALCUNE DELLE PERSONE PIU’ IMPORTANTI PER TUTTI NOI, CHE CI ARRICCHISCONO E CI FANNO CRESCERE, E PERCHE’ NO, CI VIZIANO…

AI NOSTRI NONNI, CHE LI ABBIAMO CONOSCIUTI, O NO… CHE LI ABBIAMO ANCORA QUI VICINI A NOI, O CHE SIANO AD OSSERVARCI E GUIDARCI DALLA LORO NUVOLETTA FELICE IN CIELO!

Quattro chiacchiere con… CIX 79

Questa per me è una cosa nuova e molto carina!

Il rospetto Cix79 di Ispirazioni metropolitane ha sempre proposto interviste a suoi amici di blog, dandoci la possibilità di conoscerne di nuovi… Poi ci ha invitato a fare delle domande a lui in modo da creare dei post …”Su di me”, dove rispondeva alle nostre curiosità.

Un giorno giocando gli ho detto che lo avrei intervistato, nonostante gli avessimo già chiesto di tutto… Infatti lui mi ha sfidato a trovare domande non ripetitive, dicendo che non avrei saputo farne più di tre…

Ma secondo voi io mi lascio sfuggire una sfida così golosetta…!

Devo dire che Francesco ha confermato la sua simpatia e frizzantezza che già conoscevo seguendo il suo blog!

…e sembra pure un bravo rospetto!

Ecco le nostre chiacchiere!

Come mai hai deciso di aprire un blog e ora come ora che è passato un po’ di tempo, come lo descriveresti?
un passatempo per me ed una perdita di tempo per gli altri 🙂

Cosa ne pensi dei MI PIACE e dei commenti ai tuoi post?
i commenti mi piacciono un sacco, i mi piace non li riesco sempre a capire. Se il post ad esempio è una semplice domanda del tipo “dove leggi di solito?” il mi piace non ha proprio senso. Dovrebbero inventare il tasto “sono passato di qui”, lo apprezzerei di più del mi piace.

Perchè pensi che noi follower ti seguiamo? dico… oltre che per acchiapparti e farti la festa?
Chiamasi Masochismo!

Hai mai messo le dita nel naso?
Lo faccio tutti i giorni, soprattutto se sono raffreddato. Gli insegnamenti dei genitori devono pur servire a qualcosa.

Il pollo e le patatine li mangi con le mani o con le posate?
Con le mani, le posate le uso il meno possibile, anche se sono al ristorante! Poi dipende pure dalla compagnia!

Sei mai stato al cinema da solo?
No, non sono un appassionato di cinema

A che età il primo bacio? e l’ultimo?
Il primo pochi minuti dopo la mia nascita, almeno così immagino; l’ultimo invece, sulla guancia, per salutare un mio collega che lascia l’azienda per la quale lavoro (e lavoravamo assieme da 15 anni).

Hai mai tradito, o comunque fatto soffrire una donna?
Tradito mai, non vorrei mai essere tradito e mai lo farò. Fatto soffrire è inevitabile, punti di vista differenti, scelte non condivise portano inevitabilmente alla sofferenza.

Hai mai pianto? Ti sei mai fatto vedere piangere?
Certo, che male c’è! Ora è da un po’ che non piango pero’, ultimamente al massimo scende qualche lacrimuccia!

cosa ti piace più di te fisicamente e caratterialmente? …e cosa meno?
Na mazza.. cioè non intendevo la mazza.. vabbè ci siamo capiti, come spesso accade ci piace poco di noi, pero’ accetto tutto di me!

Sei soddisfatto?
Abbastanza ma cerco di migliorare ancora la mia qualità di vita, diciamo che non sono soddisfatto abbastanza!

Credi nell’amicizia? Anche in quella tra uomo e donna?
Certo che esiste amicizia.. e anche se rara esiste anche quella tra uomo e donna, ma ci devono essere delle condizioni ben precise

hai mai conosciuto qualche tuo amico/a di blog? Ti piacerebbe? 
Ancora no, ma se non succede nulla mancano pochi giorni per l’esordio. Certo che mi piacerebbe, spero di poter cominciare e presto farne anche altri di incontri. (chissà se poi si sono incontrati!)

sei romantico? Come sei quando ti innamori?
Sono scemo di solito.. romantico a tratti, non troppo mieloso. Prima lo ero tantissimo, dopo un’esperienza andata male sono quasi diventato l’opposto.

Quando provi dei sentimenti, li esterni, o li tieni per te? 
Boh dipende dai casi.

Se una rospetta ti piace, ti imbarazzi, o sei sicuro di te?
Se la devo conoscere in un bar, in un luogo pubblico dove sta in mezzo a tanta gente si, mi imbarazza intrufolarmi e presentarmi. Se invece me la si presenta è tutta un’altra musica.

e viceversa, se la rospetta davanti a te si imbarazza ed è in difficoltà, tu la incalzi, o la trai d’impaccio?
In difficoltà provo per gioco a mettere gente che conosco bene, per stuzzicarla. Altrimenti faccio sempre il bravo, non sono stronzo quanto vorrei.

fai tu una domanda a me ora!
Perchè hai deciso di farmi questa intervista? E’ stato difficile fare le domande? E’ ora cosa succede? Quando sarà la fine del mondo? Posso andare a fare colazione ora?

L’intervista te lo’ho fatta per giocare e stuzzicarti un po’! non proprio difficile, ma ti avevamo già chiesto tutto! E che ne so che succede ora… mica ho la palla di vetro! so dirti che ora vado a prendere un caffettino, amaro e macchiato freddo! L’hai fatta poi la colazione?
saluta tutti e …saluta me!
Un saluto a tutti, Belle e Brutti! Baci alle donne ed una stretta di mano o una pacca sulla spalla agli uomini.

Ma voi… Ma voi… siete… TUTTI ESAUITIIIIII?????

Sono tornatiiiiiiii!!!!!!!!!!!! non vedevo l’ora di iniziare ad esaurirmi di nuovo dietro a questa banda di pazzi scatenati!

Loro sono il Capitano Marco Galli e la sua Ciurma composta da Pizza, Mitch e Squalo, Betty, Carlotta e i Dj Ciccio Puzzo (che poi è un famoso cyber punker) e walter Fargetta!

Sono irriverenti, dispettosi, simpatici… Hanno una scaletta che spesso e volentieri non viene salita! ridono delle loro parole… Se una canzone non gli piace scherzando scherzando lo fanno sapere! Coinvolgono i radioascoltatori con messaggi, whatsuppate, segreterie… e pure gli ascoltatori sono pazzi proprio come loro! La mattina ci danno la carica!!!!!

Ad esempio mercoledì, che è il primo giorno della ripresa, abbiamo fatto il conto alla rovescia per festeggiare l’arrivo dell’equinozio, proprio come si fa per capodanno!

e dilloooo dilllooooo dillooooo!!!! e dallloooo dallllo dalllloooo!!!!!!!

Loro si conoscono da anni e, ad esempio Marco Galli e Pizza, sono amici pure fuori e si sente! in estate senza di loro non facevo altro che fare zapping radiesco, orfana di “tutto esaurito, il mio programma preferitooooo”!

Lo dice pure Jovanotti… “in compagnia di un altro PBM”, che sarebbe il gioco interattivo che fanno alle 8,00!

Cos’è? SE LE COSE NON LE SAI… SALLE!  Così si dice a Roma, e pure da altre parti mi sa!

Io mi scompiscio da sola in macchina ora e sul treno quando andavo col treno! chi mi vede mi prende per pazza! Ma proprio non riesco a non ridere! poi il venerdì arriva il Guru pronto ad ingurare tutti per augurare buon week end…

Insomma provate a fare una capatina su radio 105 (frequenza 96.10) dalle sette alle 10 che ne vale proprio la pena! io ovviamente non posso sentirlo tutto, ma quel che riesco mi basta per iniziare bene la mattinata!

e poi… MA VIENI… MA VAI… SU LE MANOOOO E SU LE MANIIIIII!!!!!!

e poi…

…Certi giorni,

certi momenti poi…

boh…

servono anche questi…

passerà…

IMPRESSIONI DI SETTEMBRE – pfm

Quante gocce di rugiada intorno a me,
cerco il sole ma non c’è…
Dorme ancora la campagna, forse no,
è sveglia, mi guarda, non so.
Già l’odore della terra odor di grano,
sale adagio verso me.
e la vita nel mio petto batte piano,
respira la nebbia, penso a te.
Quanto verde tutto intorno a ancor piú in là,
sembra quasi un mera l’erba,
e leggero il mio pensiero vola e va
ho quasi paura che si perda…
Un cavallo tende il collo verso il prato
resta fermo como me:
faccio un passo, lui mi vede, è già
fuggito…
Respiro la nebbia, penso a te.
No, cosa sono adesso non lo so
sono como, un uomo in cerca di se stesso
no, cosa sono adesso non lo so
sono solo, solo il suono del mio passo…
Ma intanto il sole tra la nebbia filtra già:
il giorno come sempre sarà.
Aria tersa d’un settembre che pare senza fine
aria già fredda
acqua già fredda…
intorno irripetibili colori e silenzi
e foglie cadute e cadute
e nubi bige a rimpiettino
e il mio rabbrividire…
ia giacca stretta al petto…
un sapore di uva…
e dita attaccatticcia…
e il giorno
come vai bello
come sempre possente:
Come sempre….