Volevo scrivere un post fatto di sensualità… CHE GHEZ DI TAG DEVO METTERE? boh! PUBBLICATO

Volevo scrivere un post fatto di sensualità, dove due amanti si incontravano danzando l’uno sull’altro, respirandosi, vivendosi, scambiandosi pelle ed anima da non capirci più nulla…

Oppure scrivere di vecchie librerie di legno che scricchiolano sotto i piedi che profumano di zenzero, cannella e pagine di libri…

Oppure fare un post divertente e irriverente…

Invece? uffa! non riesco a capire cosa ho bisogno di scrivere…

Ci sono giorni in cui ti senti la regina del mondo! Invincibile. Bellissima che nessuno sappia resisterti. Ti muovi come se tutti gli uomini dell’universo da un momento all’altro dovessero dirti “vieni qui che ti scarto e ti assaporo lentamente sciogliendoti sotto la lingua come se stessi gustando uno di quei cioccolatino con la crema dentro…”

Altri in cui ti senti un cesso ambulante, che non servi a nulla, che tutti ti guardano per dire ma guarda questa come si è conciata. ma non si è guardata allo specchio prima di uscire?

sto per pubblicare un non post…. lo sto schiaffando qui sul mio non blog… 

 

Che vuol dire?

E che ne so?

Non ho idee? Ho percezioni strane, diverse, sbagliate, giuste di me…? Boh…

Oggi non mi so capire…

 

 

A volte ti viene da ridere da sola al punto che cerchi di nasconderti per non fare una figura brutta… Risata fragorosa… Risata pienotta… risata coinvolgente… Risata che ristora…

E quando ti va di ballare, o di cantare a squarcia gola? che sensazione fantastica…

Ci sono momenti in cui invece arrivano le lacrime da sole… smosse da chissà cosa che neanche lo vai a cercare sto motivo… Perchè fondamentalmente non ne hai… Lacrime salate… Lacrime calde… Lacrime avvolgenti…

E’ che sto fatto che se sei cupa e buia, o dentro hai tanto dolore, o hai passato tante disgrazie poi se brilli sembra che questo scintillio sia più importante, mi manda ai pazzi….

Invece se hai passato le “sofferenze normali” del crescere? allora quando sorridi tu è meno importante?

Un fulmine…. una luce…. un bagliore… se c’è buio si vede di più.

Se però uno di quei fulmini belli, anzi, ancor più splendente e luminoso, arriva dove non è buio  potrebbe non ricevere la giusta attenzione o importanza solo perchè già è sereno? Allora poi diventa buio e freddo anche li.

Buio e luce si alternano sempre…. Quando vediamo qualcuno che soffre ci facciamo super eroi… Lasciando indietro qualcuno che invece non ha problemi… Beh qual’è la novità? anche le caprette e le pazzerelle hanno bisogno di coccole… di conferme… di vicinanze…

Non sono capace a scrivere… Quanto mi piacerebbe saperlo fare… Eppure mi sono messa a scrivere i miei pensieri su un blog… Perchè? A che serve? E non so dare una risposta…

Il problema mio fondamentale è che se piove cerco sempre di andare sopra le nuvole…. Anche se sotto di loro c’è una tempesta sopra c’è per forza un bel sole splendente. Oppure una luna cicciotta e capricciosa! Sono sicura che la luna sia Donna, non potrebbe essere altrimenti. 

E’ che provo gioia anche ad andare a piedi nudi nell’erba fresca, oppure sdraiarmi sulla sabbia calda e farmela scivolare sul corpo, oppure appiccicare sulla pelle bagnata per poi tuffarmi nel mare…

Ho divagato, come al solito… Se fossi una scrittrice non avrei bisogno di tutti questi puntini e andrei dritta al punto. PUNTO! 

A volte è bello che vengano fatti dei complimenti… e non che sempre si pensi, ma tanto lei non ne ha bisogno…

Oppure che rabbia quando tu che stai sempre li ad incoraggiare e ti fa sentire, passi in secondo piano perchè si stende il tappeto rosso a chi se la tira ed arriva quando vuole o fa comodo… allora? la presenza che arriva a comodo è forse più importante di chi è sempre accanto, anche silenziosamente??? ghhhhhh!

 

Posso fare una confessione??? tanto è un post strano questo…

ho delle difficoltà a “dire” le sensazioni, le emozioni e i sentimenti che provo… proprio mi si stringe la pancia… Anche a scriverlo… Dire ad esempio ti voglio bene mi fa aggrovigliare tutte le budella… Diverso è invece dimostrarlo… In quello sono più brava perchè, anche li mi sicuramente mi imbarazzo, ma io ci sono… te lo dimostro il mio affetto e anche con uno sguardo da lontano mi puoi sentire…

Quindi quando invece il “TI VOGLIO BENE” riesco a dirlo, vuol dire che doveva proprio uscire fuori prepotente!

 

 

Chissà quante altre cose avrei da dire, ma ora non mi vengono…

e allora che faccio??? schiaccio il pulsante “pubblica”??? A che scopo?? Tanto con questo post non sto insegnando nulla a nessuno… Non sto dicendo nulla di particolare… Non farò ridere, ne emozionare… Sarà grammaticalmente scorretto… nessuno potrà dirmi che bei versi hai scritto, o che bel racconto ci hai regalato, o più in generale grazie di averci regalato queste parole…

Pubblico??? non pubblico??? ma si, in fondo non sono una di quelle blogger d’assalto o dive tipo che ne so, quella gnocca di Caterina Balivo, o Chiara Maci (per nominarne due) che non devono sbagliare un post…

E poi non so mai che ghez di tag mettere… Chi si occupa di posizionamento siti o marketing, dice che i tag sono importantissimi per farsi trovare….. io li metto sempre a capocchia perchè ad esempio ora non saprei proprio che tag mettere per posizionarmi e farmi trovare… Certo che è meglio nascondersi perchè se trovassero questo post pensando di leggere chissà cosa, probabilmente mi manderebbero affangul!

I post io lo sbaglio… ma li scrivo col cuore e con la pancia… Quasi mai li rileggo e correggo… Vado, scrivo, pubblico e poi dopo un po’ rileggo per vedere le scemate che ho scritto…

allora…. mi trema il ditino…. vai. vai. vai. Struca el boton!

Pubblica…

PUBBLICATO.

Ups!

img_3662

Ps. Questa foto l’ho rubata a kalosf per passeggiare un po’ sulle belle nuvole che ha immortalato a cornice di un così bel paesaggio… letteralmente rubata, perchè lui non lo sa! 😀

Annunci