Flash Avvo Tag [con concorso occultato]

avvostag

ups… scusate scusate… so che è mattina di sabato e ci si può prendere colpi facilmente, soprattutto se spunta tutta sta roba qua sopra così all’improvviso… Ma volevo assicurare a chi stranamente ancora non lo conoscesse che sembra un po’ inquietantO, ma non è asssssssolutamente vero: alla fine è nu brav guagliungello!

Allora partiamo dal presupposto che io ho capito benissimo che l’avvocatolo di cui sopra vuole appoliparsi coi tantacoloni sui nostri blog (volevo avvertirlo che col mio ci fa il brodo al massimo… della Penna), e su quelli che stranamente ancora non lo seguono (per fargli la festa, come prima o poi io riuscirò!) perchè vuole scalare la vetta di wordpress, per infiltrassi in tutti i server mondiali per poi arrivare a controllare tutte le nostre menti e quelle di tutti gli universi esistenti in ogni galassia! Sicuramente tra qualche tempo saremo invasi dalla sua dolce creaturina “Abele” che si moltiplicherà tipo i Gremlins…! gnac gnac gnac (risata stregata!)

Volevo avvertirti che io non nominerò nessun mio amico di blog, perchè già tu hai chiamato tutti a fare questo flash mob per te… però se per qualche strano ed oscuro motivo ci fosse qualche mio nuovo amico che ancora non lo conosce, lo invito a venire a fargli visita e a partecipare a questo tag, così non escludo nessuno e non faccio limitazioni perchè a parte gli scherzi l’avvochetto si merita la nostra “comprensione” ehehe!

Comunque io partecipo non partecipando, e concorro non concorsando in quanto io non saprei scrivere una cosa degna del concorso occultato! Partecipo per diffondere il suo verbo e perchè… prima o poi gli ruberò la parrucca! Tra l’altro ho notato che gli piaze na cifra autofotografarsi, anche mentre… cucina… emh cof cof!

Allora, mi sono venute tre storielle e visto che io non leggo le avvertenze, non seguo le istruzioni e sono capricciosa e dispettosa, le schiaffo qui tutte e tre…

IL TUTTO DI NIENTE:

Distese di sabbia desertica innevate per finta, squarci di oasi, scale di stelle, tappeti di nuvole soffiate dal vento, un cancello sull’infinito che porta nell’ignoto dell’orizzonte liquefatto negli occhi di giada, mentre il nostro baobab mi guarda curioso che urlo in silenzio, correndo da ferma con la mente gelata negli occhi di pece perché oggi sospesi ci scambiamo le anime bruciando nel fuoco del ghiaccio bollente. Mentre alzo le mani per reggere il cosmo e fermare l’istante evanescente del tempo fremente nel lontano miraggio offuscato dal niente, ballo nel vento africano una danza balcanica senza futuro persa per sempre e trovata dal mai, perchè scalo la vetta del grande ricordo arrivando nei mondi sommersi all’ingiù da guardare col naso all’insù nelle notti golose dove da dietro ti osservo con gli occhi socchiusi e le vene pulsanti mentre da solo, con le ali di schiuma, salterai nel vuoto del pieno infinito accarezzando con le spine il groviglio di anime scambiate e contorte nell’immenso tornante che non tornerà.

Allora, lo so che questa “Il tutto di niente” non significa assolutamente nulla, però mentre lo scrivevo mi sono emozionata ed ora a ricopiarlo mi sono anche commossa e mi è venuta la tachicardia… mica lo so il perchè… sono una scema…

INVITO A CENA

Corro nel buio urlando senza voce come negli incubi, la discesa diventa salita, ecco una luce, cado nel vuoto, grande piazzale, tavola imbandita, il mio nome sul tavolo, che bello sono salva, delle persone con lancia e pietre vengono a prendermi, c’è un pentolone… Ma quello sul tavolo non era il segnaposto… E se fosse il menù?

Ed ora l’ultima…

LA MIA PRESENTE ASSENZA

Un vecchio vinile suona imperterrito la nostra canzone mentre tolgo le scarpe intonate al vestito, mi avvicino alla finestra versandomi del Vermouth e mi poggio lasciando la mia impronta sul vetro appannato. Sento i tuoi passi, scappo sorniona, trovi le scarpe e di me ti rimane il riflesso liquefatto, l’impronta delle labbra di miele sul bicchiere vuoto e il mio profumo che come l’acqua sulla pietra scalfirà la tua mente per sempre.

uh auh… ho dimenticato le regole… le scopiazzo dal suo bloggolo! e tra l’altro io son bravina a burraco… faccimo un torneo?!?!?

Causa errato acquisto vendesi tomba vuota (mai usata) e kit decennale di chemioterapia (usato 80%); valuto permute con fucile a canne mozze o candelotto di dinamite, munirsi di autocertificato di morte, trasporto a carico della salma, NO contrassegno.


Allora.

Finora ho glissato alquanto sui Tag. Sono arrivato ad autonominarmi qui.

Non c’è bisogno che io vi dica cosa sia un Tag, veniamo alle regole:

  1. Inserire la foto che trovate qui nel post;
  2. Scrivere una storia in una singola frase, come ho fatto io (vedi sopra); tra 15 giorni tutte le storie finiranno in una pagina sul blog e la migliore di esse verrà inserita nel mio libro L’Ultimo Abele (quindi linkatemi!);
  3. Segnalare qui i nominati che non proseguano nel Tag: saranno dati in pasto a mia suocera e condannati ai pozzetti di burraco forzati per tre ere geologiche;
  4. Non si possono cambiare le tre regole sopra;
  5. Non ci provate…anche la regola numero quattro è immodificabile.

E’ tutto.

Annunci

88 pensieri su “Flash Avvo Tag [con concorso occultato]

  1. Primo: ho riso come un matto su tutto il post mattacchione e profondamente vero…ma quando sono arrivato alla prima storia il sorriso mi si è bloccato…hai scritto un pezzo sublime davvero. Emozionante ma soprattutto un flusso direi un fiotto di coscienza e parole stupende…pare un maglione ricamato a mano…STUPENDA.

    Mi piace

  2. La seconda storia secondo me è la migliore per quanto riguarda il concorso. Nel mio libro ce la vedrei molto molto bene nella parte finale…prima che lei muore (ops! Ho già rivelato il finale…guarda che me fai combinare! ).

    Mi piace

  3. La terza storia gareggia con la seconda quanto a idoneità e attinenza col libro…insomma mia cara hai fatto nu capolavoro! Ma temo tu debba scegliere con quale delle tre partecipare…sennò casomai dovessi vincere mi accuserebbero di favoritismi 😂😉

    Mi piace

  4. Beh la prima è stupenda, molto evocativa, ammetto che non ho capito molto ma questo è normale per me! La seconda è simpatica e la terza ha un che di malinconico ma non triste… Sei brava, sai? Quello a cui sto “lavorando” io sembrerà una cavolata!
    Ogni bene 🙂

    Liked by 1 persona

  5. “IL TUTTO DI NIENTE” è davvero un bel racconto, ognuno ci può trovare il significato che vuole. Anche niente.
    Comuqnue è il mio preferito dei tre, e ti assicuro che anche a me talvolta capita, rileggendo quanto da me scritto, di commuovermi un po’.
    Ciao Alessia

    Mi piace

    • Ciao kik! Grazie,mi fa piacere ti sia piaciuto! Sono tutte cose che mi provocano delle sensazioni particlari dentro… Forsw ci trovo un significato per forza chr non c’è… In realtà a me commuove proprio queata specie di racconto qui…!
      Anche il tuo mi è piaciuto molto e va al contrario!

      Liked by 1 persona

  6. Uelaaaaaa Palo Zen! La tua storia (una sola delle tre, eh, moh non ti allargà!) sarà inserita nel mio libro 😉 Insieme alle altre…alla fine siete stati tutti troppo bravi e non me la sentivo di scegliere! Agli altri ho chiesto di mandarmi una mail confermandomi che rinunciano a compensi per la loro frase, a te manco te lo chiedo 😀 Tanto non ti pago comunque 😀

    Bacioni!

    Mi piace

    • Beh molto palo, poco zen!
      Cosî non hai scontentato nessuno! Ma comeee? Chi ti avrebbe potuto chiedere compensi mo? !
      Comunque.. .
      La sottoscritta alessialia sotto la propria respo sabilota dichiara di non richiedere mai ad abele compensi in DENARO per la frase a lui dedicata. Anche se non sa quale delle tre sia e nun se allarga.
      Pero si riserva di chiedere cactus, banani, baobab e giri in mongolfiera.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...